Botte al compagno di classe,
tre bulli rischiano il processo

Martedì 3 Dicembre 2019 di Nicola Sorrentino
Nel mirino dei bulli durante le lezioni, poi aggredito, insultato e picchiato senza motivo. Tre ragazzi rischiano il processo, su richiesta della procura presso il tribunale per i minorenni di Salerno. Sullo sfondo ci sono una serie di episodi registrati in una scuola superiore di Cava de’ Tirreni. La vittima è un ragazzino, che all’epoca dei fatti aveva 14 anni, preso di mira dai compagni di scuola e insultato più volte. L’inchiesta, condotta dalla polizia del commissariato cittadino, era partita dopo la denuncia presentata dalla famiglia del minore, seguita in ambito legale dall’avvocato Gerardo Romano.

Gli episodi risalgono al dicembre del 2018. Ad agire sarebbero stati almeno in cinque, due non imputabili in ragione della loro età. Lo studente fu aggredito in classe, riportando contusioni al polso destro, all’emitorace e al ginocchio sinistro guaribili in cinque giorni, secondo un referto medico allegato alla denuncia. Nella stessa accusa di lesioni in concorso, il gruppetto, dopo aver colpito più volte il ragazzo e compagno di classe, gli legò una sciarpa intorno al collo facendogli perdere i sensi per qualche istante. Pur provando a reagire, il ragazzo fu preso a calci e poi colpito con una testata. La procura contesta anche l’accusa di molestie in concorso. I cinque avrebbero preso in giro il proprio compagno, con offese e insulti gravi e, durante le lezioni, gli avrebbero tirato addosso anche penne, gomme, borsellini ed altri oggetti.  Ultimo aggiornamento: 07:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA