Fumata nera per «La Città»,
​partono quattro licenziamenti

Si è conclusa con una fumata nera la riunione che si è tenuta questo pomeriggio nella sede del Sindacato unitario giornalisti della Campania tra il cdr de La Città di Salerno e i vertici di Edizioni salernitane Srl, alla presenza del segretario del Sugc, Claudio Silvestri, del consigliere nazionale della Fnsi Gerardo Ausiello e del segretario della Fistel-Cisl Antonio Abagnara. Il tentativo di trovare un punto di incontro per convincere l'azienda a ritirare i licenziamenti non è andato a buon fine. «I lavoratori si sono detti disponibili a fare la loro parte, ma l'editore - spiega il sindacato - ha chiesto sacrifici irricevibili che avrebbero, tra l'altro, gravemente compromesso la qualità di una testata centrale per l'informazione di Salerno e della Campania». Nelle prossime ore, dunque, partiranno le lettere di licenziamento nei confronti di quattro giornalisti secondo il piano firmato dal direttore. «Le azioni di lotta dei dipendenti - annunciano i rappresentanti sindacali-continueranno contro quella che appare un'azione di demolizione incomprensibile di un giornale patrimonio collettivo per il territorio». Questa mattina una delegazione di giornalisti aveva incontrato monsignor Luigi Moretti, il quale aveva espresso viva preoccupazione per il futuro dei dipendenti de La Città. 
Martedì 5 Febbraio 2019, 20:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP