A Paestum il Premio internazionale
di archeologia subacquea

A Paestum il Premio internazionale di archeologia subacquea
Giovedì 29 Settembre 2022, 16:09
3 Minuti di Lettura

In occasione della edizione 2019, la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico ritenne doveroso assegnare postumo il Premio «Paestum Mario Napoli» a Sebastiano Tusa, per onorare la memoria del grande archeologo che ha vissuto la sua vita al servizio delle istituzioni per contribuire allo sviluppo locale e alla tutela del Mare Nostrum.

Ugo Picarelli Fondatore e Direttore della Bmta: «Ricordo con sentita gratitudine quanto Sebastiano si prodigò per il Ventennale della Borsa, nel 2017, invitando a Paestum i responsabili dell'Archeologia Subacquea dei Ministeri della Cultura europei, oltre le prestigiose iniziative che di anno in anno lo videro protagonista». In quegli stessi giorni di novembre 2019 a Paestum proposi alla consorte Valeria Li Vigni, alla quale fu consegnato il Premio, di inserire, annualmente all'interno del programma della Borsa, una iniziativa di carattere internazionale, volta a ricordare l'impegno e le progettualità di Sebastiano Tusa e di condividerne contenuti e propositi con Luigi Fozzati, invitandolo quale coordinatore scientifico, non solo per carisma e competenza, ma anche quale comune amico di Sebastiano e della Borsa.

Video

Sabato 29 ottobre nell'ambito della seconda Conferenza Mediterranea sul Turismo Archeologico Subacqueo, in occasione della XXIV Bmta, a Paestum dal 27 al 30, sarà conferito il Premio Internazionale di Archeologia Subacquea Sebastiano Tusa. Riconoscimento alla carriera a Eric Rieth, direttore emerito del Cnrs Centre National de la Recherche Scientifique di Francia per conto dell'Università Paris Panthéon-Sorbonne-Cnrs e Responsabile del Dipartimento di archeologia navale presso il Museo Nazionale della Marina di Parigi. Per il progetto più innovativo, a cura di Istituzioni, Musei e Parchi Archeologici, sarà premiato Andrea Camilli, Direttore del Museo delle Navi Antiche di Pisa per il progetto «Grande Tirreno».

Per il miglior contributo giornalistico in termini di divulgazione sarà attribuito il riconoscimento a Pippo Cappellano, giornalista, regista, foto cineoperatore subacqueo e autore di documentari Inoltre, in occasione della seconda Conferenza Mediterranea sul Turismo Archeologico Subacqueo, sarà conferita la targa «Claudio Mocchegiani Carpano», il riconoscimento riservato alla migliore tesi di laurea sull'archeologia subacquea, in memoria del decano dell'archeologia subacquea contemporanea; consegnerà la targa il figlio Luca Mocchegiani Carpano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA