Ruba carte dal fascicolo del giudice, avvocatessa a giudizio per furto aggravato

Venerdì 14 Agosto 2020 di Nicola Sorrentino
NOCERA INFERIORE. Finisce a processo per furto aggravato un'avvocatessa con l'accusa di aver sottoratto materiale documentale da un fascicolo relativo ad un procedimento civile al tribunale di Nocera Inferiore. Secondo le accuse, con un'indagine condotta dalla Guardia di Finanza, la donna avrebbe provato a procurarsi un ingiusto profitto sottraendo la produzione documentale di parte, contenuta all'interno di un fascicolo d'ufficio di un giudizio civile in corso. Il procedimento era instaurato davanti al Giudice di Pace di Nocera Inferiore.

Per la donna la Procura contesta anche l'aggravante di "aver commesso il fatto su cose esposte per necessità o per consuetudine o per destinazione alla pubblica fede". I fatti risalgono al 4 settembre 2018, secondo le ricostruzioni messe insieme dal sostituto procuratore e titolare dell'inchiesta, Roberto Lenza. La presunta e mancata autorizzazione a ritirare quella documentazione - come da prassi nel civile - sarebbe stata riscontrata sia dal personale di cancelleria che dallo stesso giudice. L'indagine partì dopo la querela sporta dalla parte offesa, a seguito di una verifica fatta proprio sul suddetto fascicolo.

Durante le indagini, l'avvocato - ora finito a giudizio - aveva sostenuto di aver ricevuto invece autorizzazione per via orale da parte del giudice civile, secondo una consuetudine di rito. Tale iter però ha incrociato delle mancate conferme sulla regolarità di quanto preso dal fascicolo, poi rimesso al suo posto dopo la consultazione, tanto da far scattare l'invio degli atti alla Procura di Nocera Inferiore. Una spiegazione che a quanto pare non è bastata, spingendo l'organo inquirente a ottenere il processo per il legale, che inizierà il prossimo 22 settembre. La vicenda, ora, sarà affrontata in un dibattimento. © RIPRODUZIONE RISERVATA