Furto sulla tomba di un bambino,
il raid che indigna Nocera Inferiore

Lunedì 3 Maggio 2021 di Nicola Sorrentino
Furto sulla tomba di un bambino, il raid che indigna Nocera Inferiore

Rubano dalla tomba di un bambino, a Nocera Inferiore. L'episodio, che risale a qualche giorno fa, ha indignato molti cittadini a seguito della segnalazione di una donna anziana, che ha provveduto a sporgere denuncia alle forze dell'ordine. Come sempre, si era recata al cimitero comunale per fare visita al nipotino, deceduto circa dieci anni fa. Poi l'amara scoperta, riguardo la sottrazione di un piccolo angelo che era stato donato da un'associazione impegnata nell'assistenza dei malati di tumore. Insieme ad altri piccoli oggetti che erano stati messi in memoria del piccolo sulla tomba, come da consuetudine.

Una vera e propria razzia, probabilmente commessa in pochi secondi, con il ladro o i ladri che avrebbero approfittato dell'assenza di persone all'interno della struttura per agire. Il furto ha indignato una moltitudine di cittadini, una volta che la notizia ha cominciato a girare in rete. Molti id questi, inoltre, hanno approfittato per segnalare anch'essi furti continui che si consumerebbero presso il cimitero cittadino. Dai fiori ad oggetti decorativi, insieme ad altri oggetti dello stesso tipo, puntualmente acquistati e posati sulle tombe dei propri cari, poi rubati impunemente da persone senza scrupoli. C'è chi invoca un maggiore controllo da parte degli organi preposti, specie con l'installazione di telecamere di videosorveglianza. Non si sprecano i commenti e le riflessioni, anche molto dure, nei confronti di chi ha rubato dalla tomba del ragazzino. «Vergogna»», «Rispettate i defunti», alcune delle parole pronunciate, insieme alla richiesta pressante di provvedere a mettere sotto tutela la struttura per impedire che si consumino altri furti del genere.  

Ultimo aggiornamento: 13:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA