Sabrina Paravicini e il tumore, torna a casa dopo l'operazione: il post dell'attrice commuove i fan

Mercoledì 11 Settembre 2019
Sabrina Paravicini e il tumore, torna a casa dopo l'operazione: il post dell'attrice commuove i fan

Sabrina Paravicini continua a lottare con tutta se stessa contro il tumore al seno che l'ha colpita. L'attrice, operata al seno lo scorso 5 settembre, ieri è stata dimessa ed ha avuto l'opportunità di tornare a casa. Una volta uscita dall'ospedaleSabrina Paravicini ha scritto un lungo post che ha commosso non poco i follower su Instagram.

Sabrina Paravicini operata per combattere il cancro: «Mio figlio mi ha detto "mamma spero che resterai viva"»

Sabrina Paravicini, il tumore e la chemio: dal parrucchiere per combattere con un sorriso
 

 

«Sono a casa. Mi porto in giro in una borsa di stoffa due tubi di drenaggio che a giorni mi toglieranno. Escono dal mio corpo protetti dai cerotti. Ho due ferite una sotto l’ascella e l’altra orizzontale in centro al seno. Quando mi medicano non guardo, non so quando avrò il coraggio di vedere. Ho detto addio anche al mio capezzolo, in questo momento è nel pacchetto dell’esame istologico» - ha scritto l'attrice - «Il tumore era già scomparso al 100% prima dell’intervento ma il protocollo, per l’aggressività del mio tumore, prevede la demolizione completa del seno, per sicurezza, per non rischiare una recidiva. Durante l’intervento tolgono tutto e preparano alla ricostruzione: alzano il muscolo dalla gabbia toracica e ti inseriscono un espansore che prepara lo spazio alla protesi».
 


Dopo aver spiegato gli interventi subiti, Sabrina Paravicini racconta la propria esperienza, aprendosi ai tanti fan. «Non ero preparata a tanto dolore fisico. Per me e stata dura, durissima. Il dolore anche solo a respirare. La solitudine delle notti in cui fai i conti con la soglia di sopportazione del dolore fisico e con la pazienza. La memoria del dolore si attenua pensando alle infermiere che mi hanno accudita, al chirurgo che si affacciava ogni mattina per vedere come stavo, al plastico che mi controllava la ferita, alla specializzanda che mi spiegava cosa sarebbe accaduto, alle mie compagne di stanza, dolcissime, discrete e amorevoli, si diventa sorelle in pochi minuti» - ha proseguito la Jessica di Un medico in famiglia - «Si condivide tutto, anche i pensieri senza dirsi niente. Ci si aiuta. Anche di notte se piangi. Maria Luce, uno scricciolo di 39 chili con un tumore alla vescica e un drenaggio al fegato, si è alzata dal letto e mi ha fatto un massaggio alle gambe dicendo: andrà tutto bene Sabri’, fino a qui tutto bene».

Il post, ovviamente, ha riscosso un notevole successo tra i follower dell'attrice, che hanno deciso di incoraggiarla e di invitarla a non mollare, ora che la battaglia è ormai ampiamente intrapresa. Anche perché molte utenti hanno vissuto già la stessa esperienza di Sabrina Paravicini: «Anche noi avevamo le borsette portadrenaggi ed è stata dura, soprattutto psicologicamente, ma ora siamo vive, ce l'abbiamo fatta. Coraggio!».

Ultimo aggiornamento: 16:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA