Harry e Meghan, paura nella villa in California: hanno chiamato la polizia nove volte in nove mesi

Giovedì 8 Aprile 2021
Harry e Meghan, paura nella villa in California: hanno chiamato la polizia nove volte in nove mesi

Harry e Meghan non si sentono al sicuro nella loro villa americana da 11 milioni sterline. In 9 mesi i poliziotti Usa sono stati chiamati nove volte per attivazioni di allarmi e crimini contro la proprietà da quando si sono trasferiti a Montecito, in California, con Archie di un anno nel luglio dello scorso anno. Lo scrive il The Sun

I dati, ottenuti in base alle leggi sulla libertà di informazione, sono stati rilasciati dopo che la coppia ha condiviso le proprie paure sulla sicurezza nella loro intervista bomba con Oprah Winfrey. L'ufficio dello sceriffo della contea di Santa Barbara è stato chiamato quattro volte nel luglio dello scorso anno dopo che Harry e Meghan si erano trasferiti a Montecito da Los Angeles. Avevano vissuto temporaneamente a Los Angeles da quando avevano lasciato il Canada all'inizio della pandemia.

William spietato su Harry, la grave accusa prima dell’incontro per Diana

Meghan Markle perde la guerra delle statuette con Kate Middleton: le sue svendute in saldo

Le chiamate

Una chiamata è elencata come richiesta telefonica mentre le altre sono etichettate come "attivazioni di allarme" e tutte sono avvenute nelle prime ore del mattino. Una richiesta di agosto è indicata come "Misc Priority Incdnt", mentre a novembre si è verificato un ulteriore allarme. Alle 16:13 della vigilia di Natale, i deputati dello sceriffo sono stati chiamati nella proprietà dopo che un uomo era stato accusato di aver tentato di entrare in casa. Gli ufficiali sono tornati alla villa il giorno di Santo Stefano alle 2.54 per una chiamata elencata sotto "Crimini contro la proprietà". Nickolas Brooks, 37 anni, è stato incarcerato per violazione di domicilio e successivamente rilasciato, ha detto l'ufficio dello sceriffo. L'ultima chiamata è stata alle 2.21 del 16 febbraio di quest'anno ed è elencata come attivazione dell'allarme. I rappresentanti di Harry e Meghan hanno rifiutato di commentare. Una portavoce dell'ufficio dello sceriffo della contea di Santa Barbara ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli sulle chiamate. Gli accordi di sicurezza della coppia hanno fatto notizia in seguito all'intervista con l'ospite di chat show Winfrey a marzo. La duchessa, che è incinta di una figlia, ha detto di aver inviato lettere supplicando la famiglia di Harry di non portare via i suoi agenti di protezione personale, avvertendo che stava affrontando minacce di morte. Il duca ha detto che non avrebbe mai pensato che il suo dettaglio sulla sicurezza finanziato dai contribuenti del Regno Unito sarebbe stato rimosso dopo aver deciso di ritirarsi dai doveri reali.

 

 

Ultimo aggiornamento: 14:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA