Albert Finney morto, da Skyfall a Erin Brokovich: è stato candidato 5 volte al premio Oscar

Albert Finney
di Luca Calboni

0
  • 132
Era il fido custode del maniero della famiglia di James Bond, ma anche il volto di Hercule Poirot, lo psichiatra dei film su Jason Bourne e l'avvocato di Erin Brokovich: parliamo dell'attore inglese inglese Albert Finney, che è morto oggi, all'età di 82 anni.

«Albert Finney è morto pacificamente dopo una breve malattia, con i suoi cari accanto», si legge in un breve comunicato rilasciato dalla famiglia dell'attore, che ha chiesto la massima riservatezza sul loro lutto. Candidato 5 volte al premio Oscar, senza mai riuscire a vincerlo, nel 2000 la vincitrice Julia Roberts dedicò proprio a Finney il suo successo quale migliore attrice.



Finney, nato nel 1936 a Salford, sobborgo di Manchester nel Regno Unito, nel 1967 fu al fianco di Audrey Hepburn nel film "Due per la strada"; 7 anni dopo interpretò il famoso Poirot, l'investigatore protagonista dei libri di Agatha Christie, in "Assassinio sull'Orient Express". Nel 2006 Ridley Scott lo diresse nel suo film "Un'ottima annata", e nel 2007 ottenne un ruolo anche in "Onora il padre e la madre". La sua ultima apparizione sul grande schermo è nel film di 007, "Skyfall". Oltre a molti film, Albert Finney è stato un attore televisivo.

In carriera ha vinto 3 Golden Globe, due British Academy Film Award e un British Academy Television Award.
Venerdì 8 Febbraio 2019, 16:10 - Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio, 11:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP