Addio a Loredana che sfidò il cancro

di Federico Vacalebre

1
  • 1276
Il suo sorriso migliore Loredana Simioli l'aveva mostrato il 18 maggio 2012 quando lei, ex scugnizza di Secondigliano, era sfilata sul red carpet del Festival di Cannes per accompagnare Matteo Garrone e il film in cui il regista la aveva diretta, «Reality», vera svolta per una carriera attoriale iniziata a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila con «Telegaribaldi». Ma aveva sorriso anche quando aveva deciso di non indossare la maschera del personaggio di turno per raccontare la sua storia, il suo dramma, la sua lotta contro il male.
Per i fan era stata Mariarca, ragazza del popolo dal grido di battaglia inconfondibile ed a suo modo esorcistico («'e schiatta'!»), in «Io non ho vergogna» era se stessa. Era il 29 ottobre dell'anno scorso, quando l'attrice napoletana era entrata nell'aula Mediterraneo del Cardarelli per presentare il videoclip di cui era voluta diventare protagonista dopo un anno di battaglie, operazioni e chemioterapia contro un tumore che le aveva portato via i capelli, ma non la voglia di vivere: «Non lasciatevi intimorire dalla malattia. Bisogna reagire con forza e con il sorriso» aveva urlato.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 27 Giugno 2019, 08:26 - Ultimo aggiornamento: 27-06-2019 14:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-06-27 09:48:53
Ciao Mariarca. Un altro pezzo della Napoli bella che ci ha lasciato. Sentite condoglianza a Gianni e famiglia.

QUICKMAP