Me contro Te, il nuovo film in anteprima a Giffoni: «Leggerezza per i bambini durante la pandemia»

Mercoledì 28 Luglio 2021
Me contro Te, il nuovo film in anteprima a Giffoni: «Leggerezza per i bambini durante la pandemia»

Con quasi 10 milioni di euro, Me contro Te Il Film - La vendetta del Signor S, il primo film del duo di filmmaker star del web, amatissimi dai bambini, era stato il maggior successo del 2020 prepandemia. Un successo che Luì e Sofì, o meglio Luigi Calagna, classe 1992 e Sofia Scalia, classe 1997, entrambi siciliani di Partinico, coppia anche nella vita, puntano a ripetere anche con la loro nuova avventura cinematografica, Me Contro Te Il Film - Il Mistero Della Scuola Incantata diretto da Gianluca Leuzzi. Le prime immagini le hanno presentate al Giffoni Film Festival («un'esperienza entusiasmante»), in attesa dell'arrivo il 18 agosto in sala con Warner Bros, anche coproduttrice con Colorado Film e Me Contro Te. Stavolta Luì e Sofì si ritrovano ad entrare in un mondo fatato quando vengono invitati alla riapertura di una bellissima ma misteriosa scuola. Non mancherà il loro avversario di sempre, il Signor S, e la coppia potrebbe confrontarsi con un segreto sul proprio passato.

Video

«Rispetto al primo film abbiamo voluto aggiungere, più avventura, effetti, per entrare un pò di più nel linguaggio del cinema» spiega Sofia, coautrice insieme al compagno del soggetto e della sceneggiatura, firmata anche da Emanuela Canonico e Andrea Boin. I loro video di sfide, avventure, buffi tutorial, piccoli esperimenti, scherzi e canzoni, dal 2014 hanno conquistato i giovanissimi fan (sono soprattutto tra i 4 e i 10 anni e si riconoscono come team trote). Ad oggi, hanno quasi sei milioni di iscritti al loro canale principale su you tube, 2 milioni e 300 mila follower su Tiktok e e un milione e mezzo su Instagram. Inoltre Me contro te è diventato un brand di decine di prodotti da quelli per la scuola alle borracce, dai libri ai dischi, passando per vestiti, scarpe, caramelle o patatine. «I bambini vogliono far vedere al mondo che appartengono al team trote - commenta Sofia - ci sorprende sempre incrociarli per strada e vedere magari sui loro zaini il nostro logo». Così come «non ti abitui a vedere la tua faccia nelle vetrine dei negozi» interviene sorridendo Luigi. Anche durante la pandemia, «un periodo strano per tutti, con i nostri video pensiamo di aver regalato loro un pò di quotidianità e normalità, oltre ad averli fatti divertire» spiega il 29 enne siciliano. «Soprattutto all'inizio, con il lockdown, abbiamo capito che i bambini erano un pò spaventati e confusi. Abbiamo fatto allora anche un video per spiegare in termini semplici cosa fosse il covid e come proteggersi, e abbiamo continuato con le nostre avventure. Ora ci chiedono video soprattutto ambientati all'aperto, essendo potuti uscire poco». Oltre a voler proseguire la collaborazione con Disney (Like me, Disney Challenge Show) e Warner («Hanno rispettato il nostro mondo e abbiamo avuto grande libertà nei film) progettano, per quando sarà possibile, una tournée »e ci piacerebbe in futuro condurre un programma nostro su una rete generalista. Ad oggi però non è arrivata un'offerta che rispecchiasse il nostro modo di comunicare».

Gli sono stati anche proposti ruoli o cameo in commedie di altri autori, ma «a noi piace raccontare le storie di Luì e Sofì, interpretare altri personaggi in questo momento è fuori dal nostro radar. Ora preferiamo fare gli intrattenitori a tutto tondo - rispondono insieme, completandosi a vicenda le frasi -. Poi nei video e nei film non recitiamo personaggi, siamo noi». Con Me Contro Te Il Film - Il Mistero Della Scuola Incantata «abbiamo aperto una porta su un'avventura in un mondo magico, che speriamo di poter continuare... vedremo dopo la reazione del pubblico». Una storia per la con fonti d'ispirazione ideali come «Il Signore degli anelli e Harry Potter», commenta Luì, «ma anche Scooby doo». «Il nostro humour, secondo me è molto simile a quello del cartoon», osserva Sofia. Come vi descrivereste agli adulti che non non vi conoscono? «Spesso ci paragonano a Bim Bum Bam, siamo un pò come il Paolo Bonolis di quegli anni». Nel lavoro di scrittura in team «c'è una grande intesa tra noi. Prestiamo grande attenzione sia al quotidiano che al feedback dei nostri fan e nel film potrebbero arrivare risposte importanti per loro, come scoprire chi è il Signor S». 

Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA