Coronavius, l'inno di Gigione e Jo Donatello contro l'emergenza

Lunedì 6 Aprile 2020 di Paola Marano

«Anche in questo particolare momento storico dettato dalle incertezza e dalla paura siamo sempre presenti con le nostre canzoni per donarvi leggerezza in queste pesanti giornate».
 Ai tempi del Coronavirus, durante il quale la musica assolve il ruolo di collante per una rinnovata coscienza nazional- popolare, il «Bruce Springsteen di Boscoreale» Gigione (al secolo Luigi Ciaravola),  e il suo erede Jo Donatello non potevano sottrarsi, con la loro goliardia, al compito di portare un po’ di allegria nelle case dei campani e non solo.

Dai palchi delle piazze del vesuviano gremite per i loro concerti, al divano di casa: in un video pubblicato sulle pagine facebook di entrambi i musicisti neomelodici, padre e figlio intonano una canzone per scongiurare gli effetti sull’umore dei loro fan di «quel maledetto virùs che avanza ogni giorno ancora di più».
 


Un momento musicale per scacciare via qualche pensiero, un invito a restare a casa, ma anche un modo per ringraziare «dottori e infermieri che danno la vita ogni giorno per noi» 
Un gesto apprezzato da molti fan, che con un pizzico di ironia supportano l’iniziativa del loro beniamino attraverso endorsement lasciati tra i commenti al post che incorpora il video. «Grazie maestro di rendere in musica i sentimenti che ognuno di noi prova nel proprio cuore - scrive un utente -speriamo di poter riammirare quanto prima la nostra amata Italia e di divertirci nuovamente assieme ai meravigliosi concerti che voi realizzate».

Ultimo aggiornamento: 20:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA