«La spazzatura di Napoli», Neoborbonici contro la serie tv «Romolo+Giuly»

15
  • 265
«Nessuna ironia, nessuna fantasia e nessuna giustificazione per lo spot del televenditore e neo-attore Giorgio Mastrota ma il solito strisciante razzismo anti-napoletano durante lo spot che pubblicizza la fiction "Romolo+Giuly" su Fox Tv la prossima settimana». Lo scrive in una nota il movimento Neoborbonico che spiega: «"Per le buche di Roma, per le passerelle di Milano e per la spazzatura di Napoli" è la frase che ha indignato il web. Come se a Napoli ci fosse ancora una emergenza rifiuti vecchia di oltre 10 anni, come se a Roma o altrove quella emergenza non fosse attuale, come se a Milano ci fosse solo la moda (e non emergenze o scandali frequenti). Il Movimento Neoborbonico ha invitato iscritti e simpatizzanti a scrivere alla Fox, a Mastrota e ai responsabili della fiction una mail: "Voi offendete Napoli, io non seguo più la vostra tv e la vostra fiction. Saluti da Napoli, ex capitale mondiale e città carica di meraviglie e non di spazzatura"».
Domenica 9 Settembre 2018, 12:26 - Ultimo aggiornamento: 09-09-2018 14:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2018-09-10 14:53:50
È' il cinema e la televisione italiana che fanno schifo!! Raccontano solo di mafia, camorra, gentaccia furba e ignorante! È questo il messaggio che mandiamo all'estero da decenni! Gli inglesi e i francesi invece raccontano storie nobili, atti di eroismo, battaglie o periodi storici che esaltano il loro popolo, anche se i nobili in Inghilterra sono poche migliaia lo stereotipo dell'inglese e' un Lord che parla piano e forbito in un Club.. In Italia? Un mafioso puzzolente e tatuato, o un vecchio con una ragazzina.. Che pena
2018-09-10 11:19:00
maleonton, questa è la classifica delle 10 città più pericolose d'italia, fonte "il sole24 ore(giornale del luogo) prima classificata e più pericolosa milano, bologna, torino, firenze, catania, roma, rimini, genova, bari e venezia. il nostro sindaco(che io non ho votato)disse che le televisioni, compreso la rai ,e i giornali, hanno fatto cartello contro napoli per che turisticamente sta diventanto la città che cresce di più turisticamento, l'aeroporto di capodichino(ugo niutta) quest'anno sarà il 4° più affollato d'italia, e può arrivare a competere con quello di fiumicino(se riusiamo a risolvere i tanti problemi che affliggono la nostra città/regione. i telegiornali non chiudono la cronaca se non mettono in onda "il fattariello napoletano" e nascondono le rogne delle loro regioni e città! tutto quello che fanno e dicono lo fanno con la certezza della loro ignoranza antropologica. con questo non voglio nascondere o sminuire i tantissimi problemi di napoli/campania, ma se si riescono a risolvere, tutti gli abitanti della terra riscopriranno, che l'italia sta in provincia di .napoli! lasciate stare mastrota lui è solo un povero cristo che è stato pagato per fare la televendita della presunta "verginità" milanese.
2018-09-10 11:01:03
Piagnucoloni e Piagnistei ogni volta si dice la verità. Il pregiudizio più becero emerge, quando in fondo ci scopriamo tutti i soliti eterni Campanilisti che si vantano di non so che cosa. E' un problema Italiano, visto che al momento possiamo dirci non proprio in Europa ma sicuramente in Italia. Pertanto l'Italia tutta può indignarsi. E anzi poiché il problema persiste circa dagli anni 60 mi sembra più che normale farne una barzelletta o un play off più o meno improvvisato!E questo non vuol dire che Milano è migliore ma di certo che sanno quantomeno capitalizzare la parte buona di sé. Abbiamo ad esempio il lago di patria che emana orridi fumi mentre il lago di Garda (una pozza d'acqua al pari del nostro) è tra le zone turistiche più organizzate e gradevoli d'Europa e si trova al nord. Non si fa fatica a sentirsi al mare a Peschiera del garda per esempio. Quando da noi manco il mare più emana la sua brezza stanco di combattere contro l'ignoranza continuata e recidiva. C'è chi ancora rimpiange un mito borbonico, di cent'anni fa incapace di rinnovarsi nella mente, nel modo di pensare, calcificato in un eterno ritorno. Manco le sfogliatelle sono più prerogativa di Napoli, come il caffè e le pastiere e cosi via. C'è solo un inutile insensata velleità, un difendere l'indifendibile ad ogni costo. E' che Napoli forse credeva e ha creduto fino ad ora che il mondo non evidenziasse a fasi alterne lo schifo che aveva in casa?Quanta ingenuità! Cosa rimane della Napoli che fu? Una numerosa tribù che cerca disperatamente di sfuggire la realtà con la retorica neanche tanto fine e in verità abbastanza povera di contenuti. Sempre le stesse idiozie pompose: noi siamo questo, siamo quello, ma cosa siete? Ma guardatevi intorno. C'è pure chi spara improbabili classifiche visto che in Italia Napoli è quart'ultima al posto centosette, mentre nel mondo neanche si sente nominare se non per l'altra classifica quella delle città più ostili al mondo: occupa il posto numero 15 più o meno! Il resto solo illusioni che irritano quando "il cuore vuole parlare": "La mente distrugge le nostre illusioni, ma il cuore le ricostruisce da capo".Asmodeo
2018-09-09 20:10:07
Mo arriva Carlo di Borbone e mette tutto a posto, pure i sediolini e il maxischermo al San Paolo, cose da fantascienza!!!
2018-09-09 15:57:33
Hanno raggione, se non sarebbe stato per i noddisti che ci arrubbarono la casciaforte dei Bobboni piena di sordi e oro, ora noi napoletani fossimo già al primo posto nella classifica montiale delle capitali.

QUICKMAP