Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Quinto-Campolongo Salerno, i giallorossi
provano ad allungare la serie playoff

Martedì 24 Maggio 2022 di Diego Scarpitti
Michele Luongo

Prova superba. E’ quanto servirà a capitan Michele Luongo e soci domani sera (ore 20.30) in Liguria. I pallanuotisti di Matteo Citro scenderanno in acqua per il riscatto e per allungare la serie playoff. Iren Genova Quinto-Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno non è mai un match scontato, un eterno duello clorato che si ripropone.

«Dobbiamo trovare le giuste motivazioni per affrontare questo scorcio di stagione», dichiara alla vigilia il tecnico classe 1981. «Per fare risultato dobbiamo mettere in acqua attenzione e determinazione», avverte l’allenatore salernitano, spingendo i suoi atleti all’impresa esterna.

 

Pareggio soltanto sfiorato in gara 1 (9-10) alla Simone Vitale. Il club presieduto da Enrico Gallozzi conta di festeggiare nel migliore dei modi il Centenario. «Ci teniamo a concludere questa stagione, iniziata con tanti buoni risultati, davanti al pubblico di casa, davanti ai nostri tifosi», dichiara speranzoso l’attaccante e leader del gruppo. «Da parte nostra ci sarà un ulteriore sforzo per tentare di allungare la serie fino a gara tre», asserisce convinto Luongo.

Stimoli. «Vorremmo chiudere in casa e regalare, se possibile, una gioia conclusiva», asserisce il classe 1986. «Sarà una partita agonisticamente sulla falsariga dell’andata, dove sicuramente l'aggressività, l'impegno e la voglia di vincere non sono mancati», ricorda il giocatore nato proprio a Genova, fratello maggiore del campione mondiale e Collare d’Oro al merito sportivo, Stefano. «È chiaro che dovremmo limitare gli errori, soprattutto tecnici ed individuali, essere attenti sull’uno contro uno e migliorare le percentuali in superiorità numerica».

Biancorossi ostici. «Il Quinto è una squadra che subisce poche reti, di contro il nostro attacco produce parecchio». Caratteristiche diverse che possono fare la differenza. «Dobbiamo evitare passaggi a vuoto nell'arco dei quattro tempi. Serve concentrazione, dedizione e compattezza», chiede ai suoi compagni il bomber rarinantino. «Ci proveremo, daremo sicuramente il massimo, perché scendiamo sempre in acqua per vincere», avverte.

«Con il Quinto giochiamo sempre partite belle intense, si preannuncia una bella sfida. Speriamo di regalarci un'altra bella giornata di sport sabato prossimo tra le mura amiche», conclude Luongo. Ad Albaro gara da dentro o fuori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA