La JuveCaserta resiste ma poi cede
il Montegranaro vince facilmente

Giovedì 16 Gennaio 2020 di Andrea Marini
Lo Sporting Club Juvecaserta esce sconfitto dalla trasferta di Porto San Giorgio contro una Montegranaro che coglie la sua quarta vittoria consecutiva e aggancia i bianconeri in classifica. Non è stata una buona partita quella dei ragazzi di coach Gentile che, dopo un buon avvio, hanno ripresentato la difesa molle e l'attacco sterile a cui stanno abituando i loro tifosi in questa fase di stagione. Nel terzo quarto, complice un black out offensivo di Montegranaro e delle buone soluzioni trovate da Hassan e Giuri, Caserta è riuscita a ricucire lo strappo e ha sfiorato più volte l'aggancio prima di lasciarsi andare nuovamente nel finale. L'avvio di partita non è particolarmente bello dal punto di vista tecnico: infatti, entrambe le squadre fanno fatica a offrire un gioco fluido e si segna poco. Caserta si tiene in partita con delle buone percentuali dall'arco ma perde diversi palloni in maniera ingenua, cosa che le impedisce di mettere le mani saldamente sul match. L'uscita di Cusin per far posto a Carlson ha un buon impatto sull'attacco dei bianconeri che al primo mini intervallo conducono per 18-15. Montegranaro entra nel secondo quarto con un parziale di 6-0 che interrompe solo momentaneamente Carlson dalla lunetta perché i padroni di casa in questa fase trovano qualsiasi soluzione in attacco mentre la Juve gioca male su entrambi i lati del campo. La tripla di Marulli porta l'Extralight a +13 (38-25) e coach Gentile è costretto a chiamare timeout per provare a scuotere i suoi che però al rientro in campo non reagiscono e si ritrovano anche a -16 sul 42-26. In questa fase Caserta sembra davvero non riuscire minimamente a giocare da squadra mentre Montegranaro, pur non facendo cose straordinarie, si comporta da vera padrona della partita. Alla fine del secondo quarto i padroni di casa della Poderosa conducono per 43-29. Nel terzo quarto l'attacco della Juvecaserta sale decisamente di ritmo grazie anche delle ottime conclusioni dall'arco trovate da Giuri e Hassan che in questa fase sono i più propositivi dei bianconeri. A tenere ancora Montegranaro in doppia cifra di vantaggio sono i tanti spazi lasciati dalla difesa bianconera che schierandosi a zona subisce troppo dall'arco. La tripla di Bianchi riporta dopo lungo tempo Caserta in singola cifra di svantaggio sul 60-52 e Montegranaro inizia a sentire il fiato sul collo degli avversari. La difesa bianconera sembra essere divenuta finalmente efficace e passo dopo passo la Juve riesce ad andare all'ultimo mini intervallo sotto di sole sei lunghezze su 61-55. In avvio di quarto quarto gli ospiti danno l'idea di poter agganciare finalmente gli avversari grazie al -1 (61-60) raggiunto grazie alla tripla dall'angolo di Hassan. Montegranaro trova la forza di reagire ma Caserta non molla e ritorna a -1 un'altra volta sul 63-62. Dopo un errore in attacco dei padroni di casa Giuri parte in palleggio per il possesso che potrebbe girare definitivamente la partita ma da una palla molto complicata a Carlson che non può controllarla, da quel momento l'Extralight rimette la freccia e, grazie a Bonacini e Marulli, ritrova il +7 sul 70-63. A questo punto appare molto difficile per la Juve trovare le energie per un altro rientro e, infatti, la botta psicologica è avvertita dai ragazzi di coach Gentile che aprono le magli in difesa e in attacco non riescono a trovare nulla di più che qualche iniziativa di Marco Giuri. Alla fine Montegranaro vince per 82-74.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA