Immobile prima di Belgio-Italia:
«Preferisco vincere che segnare»

Martedì 29 Giugno 2021
Immobile prima di Belgio-Italia: «Segnare? Non mi interessa, preferirei vincere l'Europeo»

Mancano poco più di 72 ore all'inzio dei quarti di finale di Euro 2020, quando, il 2 luglio, apriranno le danze prima Svizzera Spagna alle 18.00 e poi alle 21.00 Belgio e Italia. Sono giorni di preparazione al match più impegnativo che gli azzurri di Roberto Mancini si ritrovano ad affrontare in questi europei, non per demeriti altrui chiaramente, ma perché LukakuHazard e De Bruyne non capita tutti i giorni di incrociarli. E in queste ore ha parlato Ciro Immobile, bomber della Lazio ma oggi anche della Nazionale, dato che condivide con Pessina (sissì) il primato di gol  nella competizione tra gli azzuri.

 

«Il Belgio rispetto allo scorso Europeo ha dieci giocatori di quella squadra. Gli è aumentata la personalità e l'esperienza, sono più pronti adesso. Tecnicamente e tatticamente lo si vede: sono organizzati e forti tecnicamente». Parole d'elogio e di rispetto quelle del 31enne di Torre Annunziata, ma non di paura. «Mai come questa volta sento la fiducia di tutti, mi sento davvero bene. Abbiamo fatto una buonissima prova con l'Austria, forse non la migliore ma abbiamo portato a casa il risultato«» - prosegue l'attaccante -.

Avversario temibile

«Lukaku? È fortissimo, abbiamo la fortuna di conoscerlo bene e di averlo in campionato. Se la vedranno i nostri difensori. Il lavoro con Conte lo ha migliorato tanto, ha sempre avuto forza e velocità, un grande lavoratore». Poi sulle probabili assenze degli altri due top player belgi: «Sono fondamentali, non avendoli al meglio avranno qualche problema. Però senza di loro avranno chi li sostituirà: con De Bruyne e Hazard in campo è un'altra partita, spostano gli equilibri e mettono tutti in difficoltà. Noi la prepariamo se ci fossero al cento per cento, per noi è importante seguire la linea avuta finora. Abbiamo fatto l'Europeo sempre al massimo, reagendo bene alle difficoltà».

Video

Segnare? No grazie, meglio vincere

Poi chiude su qualche considerazione su se stesso: «Baratterei i miei gol per portare a casa questo EuropeoI record sono belli da battere ma io preferisco vincere - prosegue -.«Sabato ho provato in tutti i modi a segnare ma non ci sono riuscito per sfortuna ed errori miei, so che non è stata la mia migliore gara all'Europeo e ne ho parlato con Mancini, però alla fine abbiamo fatto festa ed è quello che conta di più. Con Mancini il rapporto è migliorato, sento la fiducia. Vialli mi aiuta tantissimo, avendo fatto il mio stesso ruolo»

Ultimo aggiornamento: 21:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA