Rocchi diventa il comunicatore Aia:
sarà lui a spiegare le decisioni dubbie

Sabato 19 Settembre 2020 di Roberto Avantaggiato
Concluso a Tivoli Terme il raduno degli arbitri di serie A e B, da quest'anno riuniti sotto un'unica Can, diretta da Nicola Rizzoli. Che al suo fianco avrà Gianluca Rocchi, ma non nei compiti di designatore, quando di comunicatore, essendo l'ex arbitro diventato l'interlocutore tra l'Aia e le società. Sarà lui a fornire le spiegazioni in caso di dubbi o incertezze. Lo ha annunciato Marcello Nicchi, presente insieme al presidente della Figc Gravina, alla cerimonia di chiusura del raduno, quest'anno chiusa alla stampa per l'emergenza Covid-19.
Ha preso la parola anche Rizzoli, che ha spiegato come le novità stagionali siano sostanzialmente due: 1) il fallo di mano involontario dell'attaccante in occasione di una segnatura (se l'incidenza non sarà diretta sullo svolgimento dell'azione non verrà sanzionato: in praticas, per spiegare, il gol di Ibrahimovic oggi non verrebbe annullato); 2) le linee per stabilire il fuorigioco che vengono determinate in sala Var saranno allineate se la distanza non sarà considerevole (i gol annullati per un centimetro non si verificheranno più), meccanismo che farà direttamente la macchina. Ultimo aggiornamento: 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA