Tokyo 2020, aumentano i contagi: positivi al Covid un giornalista italiano, un pallavolista ceco e una ginnasta statunitense

Lunedì 19 Luglio 2021
Tokyo 2020, aumentano i contagi: positivi al Covid un giornalista italiano, un pallavolista ceco e una ginnasta statunitense

Aumentano i contagi da Covid anche a Tokyo 2020. Le Olimpiadi che andranno in scena in Giappone dal 23 luglio all'8 agosto, rimandate di un anno a causa della pandemia, continuano ad avere problemi legati al coronavirus. E dopo lo stop al pubblico arrivato nei giorni scorsi, la paura continua a crescere. E dal primo luglio sono 59 su 20mila le persone che, tra atleti e addetti ai lavori, sono state trovate positive. 

Olimpiadi, per Marta Bastianelli e Giulio Ciccone parte la sfida di Tokyo

Tokyo 2020, altri tre positivi al Covid alle Olimpiadi

L'ultimo caso registrato è quello di una ginnasta della nazionale statunitense che si sta allenando in Giappone, a Inzai. A riferirlo è l'agenzia di stampa giapponese Kyodo News, precisando che si tratta «di un'adolescente». Ciò esclude che si tratti della "stella del team, la 24enne Simone Biles". Ma non è la sola. Anche giornalista italiano, arrivato ieri da Roma, è risultato positivo al Covid. Il cronista era sul volo dove erano presenti diversi atleti della delegazione olimpica per Tokyo, dalla Nazionale di ciclismo a quella di basket, dai tuffatori ad alcuni componenti della squadra di nuoto. Nessun componente delle squadre azzurre, né nessun altro passeggero del volo è stato fermato. Il giornalista, a quanto si apprende, è stato trasferito in un Covid hotel giapponese.

Tokyo 2020, cresce allerta a pochi giorni dal via

È stato fermato da un tampone positivo anche un giocatore di beach volley della nazionale della Repubblica Ceca, come annunciato dal Comitato Olimpico di Praga. Ondrej Perusic è risultato positivo al test effettuato ieri, durante i controlli quotidiani cui gli atleti del villaggio sono sottoposti. L'atleta è asintomatico, ma immediatamente sono scattate le misure precauzionali sul resto del team, che aveva già fatto riscontrare una positività nello staff all'arrivo in Giappone.

59 positivi da inizio luglio

A preoccupare è soprattutto la situazione della delegazione del Sudafrica. Sono saliti a ventuno, infatti, i positivi al Covid tra gli atleti e i membri dello staff: è di ieri la notizia dei contagi di due calciatori e di un dirigente. Nessuno può allenarsi, e c'è anche il problema di quelli che sono venuti in contatto con loro. Dal Cio, però, assicurano che questi ultimi possono allenarsi separatamente.

Sei atleti e due membri dello staff della squadra britannica di atletica leggera, dopo essere stati messi in isolamento per contatti stretti con un passeggero del volo che ha portato il team da Londra, sono ancora in quarantena, nonostante siano risultati negativi al test all'arrivo in Giappone.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 14:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA