Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Salernitana, Mazzocchi in bilico:
in attacco il nome nuovo è Petagna

Venerdì 1 Luglio 2022 di Pasquale Tallarino
Salernitana, Mazzocchi in bilico: in attacco il nome nuovo è Petagna

«Look pre ritiro», scrive Pasquale Mazzocchi su Instagram. La frase accompagna la sua foto selfie scattata nel salone del barbiere. Andrà in ritiro con quale squadra? Lunedì il giocatore presenterà alla Salernitana, attraverso il proprio agente, l'offerta pervenuta da una coppia di pretendenti. Il Monza, che ha piazzato il controsorpasso per il pisano Birindelli, un possibile obiettivo della Salernitana, campeggia il tandem di corteggiatori del giocatore originario di Barra. L'altra squadra interessata a Mazzocchi è il Torino e l'offerta si attesta tra i 5 ed i 6 milioni di euro. La Salernitana, però, ne chiede 8 ma forse chiuderebbe l'affare a 7, se ci fosse una contropartita. Di sicuro, su sponda Toro, non può essere Ansaldi la contropartita perché da oggi è svincolato. Piace molto a Davide Nicola. Linetty e Verdi, sotto contratto con il Torino costano tanto (stipendio di 1,8 milioni) e il primo è anche inserito nel puzzle Spezia-Torino per portare Maggiore all'ombra della Mole. L'incontro tra i club ha subito un rinvio e, a proposito di inserimenti e controsorpassi, la Salernitana è in agguato, perché ha già proposto un triennale da 800mila euro a Maggiore. Il Monza per Mazzocchi potrebbe, invece, inserire qualche controportata interessante: non Carlos Augusto, un mancino che manca alla Salernitana, tant'è che in ritiro andranno sia Jaroszynski sia Sanasi Sy, sebbene si tratti di esuberi. In ogni caso, la partenza sempre più probabile di Mazzocchi apre falle sulla fascia destra. 

Il cavalluccio marino, sfuggito Birindelli, può cautelarsi con Malcuit. Il centravanti Brereton del Blackburn è un cognome caldissimo, ma attenzione alle piste italiane, campane: la Salernitana è forte su Andrea Petagna del Napoli, 27 anni, centravanti del Napoli, che può passare alla Salernitana se il Napoli a propria volta ingaggerà un nuovo centravanti. La Salernitana potrebbe chiudere il cerchio ad ore, prima della partenza per il ritiro a Jenbach (sono arrivati il materiale sportivo provvisorio e la dotazione per le amichevoli in attesa delle maglie ufficiali che poi saranno presentate; il magazziniere Gerardo Salvucci sarà affiancato nel primo spezzone in Austria da un nuovo compagno di viaggio, Mario Gaeta, che resterà in organico al ritorno di Rosario Fiorillo dal viaggio di nozze). Nel calcio moderno, ogni spiffero social, se verificato, può essere una traccia di mercato. Se la signora Ederson scrive «pronti per un altro anno qui», è una suggestione, un indizio ma potrebbe riferirsi anche ad un altro anno in Italia della pepita brasiliana, in attesa di spiccare il volo verso altri campionati europei.

Del centrocampista brasiliano, valutato 15 milioni più le contropartite tecniche Lovato a titolo definitivo e Okoli in prestito, ha parlato anche Luca Percassi dell'Atalanta: «Cosa manca? Ci sono dei dettagli importanti. Ci sono i giocatori, gli agenti e le proprietà: nei prossimi giorni sapremo qualcosa di più concreto e definitivo». Il passaggio significativo è quel «ci sono i giocatori», in particolare Lovato che è ingolosito dall'offerta del Bologna e tentenna. In agenda per il centrocampo ci sono sempre Menino e Marcelino Nunez. Restano l'interesse, la trattativa ma anche nessun progresso per Thorsby, che la Salernitana ha chiesto alla Sampdoria. Trattative, dialoghi fitti (lunga, lunghissima riunione tra De Sanctis, il patron Iervolino e l'ad Milan, ieri l'altro) per chiudere i primi colpi e dare subito una fisionomia alla Salernitana. 

Video

La squadra appare al momento sguarnita soprattutto nel reparto avanzato. Non a caso, il club granata ha ritardato la presentazione di De Sanctis con l'obiettivo probabile di abbinarlo anche alla presentazione di qualche giocatore. Poi c'è il nodo cessioni, che restano la priorità ma per le quali neppure può esserci un'accelerazione, se la Salernitana non incamera volti e naturalmente piedi... nuovi. Il club granata deve piazzare Simy, il maggiore investimento della Salernitana nel precedente mercato estivo. Deve trovare una sistemazione a Jaroszynski che ha un contratto alto per la Serie cadetta dove ha estimatori. Bogdan flirta ancora con la Ternana. Parte in ritiro con la Salernitana, come Cavion (il Vicenza avrebbe offerto un quadriennale al giocatore). Micai è a Salerno, ha ancora un anno di contratto con l'ippocampo. Ieri sera l'entourage attendeva la fumata bianca da Reggio Calabria: è in procinto di trasferirsi in amaranto a titolo definitivo. Poi però la frenata dettata dall'incognita allenatore che ancora aleggia nella città dei bronzi. Dovesse essere confermato Stellone, Micai può considerarsi amaranto. Viceversa (c'è anche un'ipotesi Cosmi alla Reggina) bisognerà capire le preferenze della nuova guida tecnica. 

Ultimo aggiornamento: 2 Luglio, 11:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA