Benevento, dopo il blitz con l'Ascoli
ora missione sorpasso con il Cittadella

Lunedì 20 Settembre 2021 di Luigi Trusio
Benevento, dopo il blitz con l'Ascoli ora missione sorpasso con il Cittadella


Ad Ascoli il Benevento ha rimesso la chiesa al centro del villaggio e si è regalato il primo sorriso esterno, di quelli a «54 denti». Ma non ci sarà neppure il tempo di rilassarsi e godersi la bella vittoria perché il turno infrasettimanale incombe. Domani pomeriggio alle 18 al «Ciro Vigorito» arriva il Cittadella reduce dal successo sul Pordenone e attualmente terzo in classifica a 9 punti (tre affermazioni nelle prime quattro gare per la truppa di Gorini). La squadra di Caserta al «Del Duca» ha confermato le sensazioni della vigilia e cioè che in trasferta, quando può giocare in scioltezza e non ha l'obbligo di fare la partita, è molto più solida e fluida. Stavolta però, a differenza di Parma, da dove si era ritirata con le pive nel sacco, ha saputo essere anche concreta. Il Benevento ha fatto prevalere il maggior tasso tecnico, ha esercitato la supremazia giocando in maniera esemplare, facendo come il gatto col topo. Prima ha fatto sfogare gli uomini di Sottil concedendogli l'iniziativa e contenendoli senza eccessivi patemi, poi ha piazzato il micidiale uno-due che ha incanalato la sfida nella giusta direzione. Una gestione sapiente del vantaggio nella ripresa ha completato l'opera (mediante l'uso di fisicità, falli tattici, attesa alternata a pressione sui portatori e veloci ripartenze purtroppo non sempre sfruttate a dovere) e contribuito a condurre in porto il blitz che proietta i sanniti a soli tre punti dal secondo posto.


La classifica adesso si addice assai di più al potenziale di Glik e compagni. Delle tre capoliste solo il Pisa ha vinto ancora e conserva il primato a punteggio pieno, per cui la classifica si è un pochino accorciata con sette formazioni in tre punti, dal secondo all'ottavo posto. Caserta si coccola un Foulon ancora decisivo e capace di confezionare due assist, una retroguardia tornata granitica al primo clean-sheet stagionale, un Improta che si conferma tuttofare e un Marco Sau in grande spolvero. La differenza l'ha fatta tuttavia il maggiore equilibrio scaturito dall'utilizzo, per la prima volta, del centrocampo a tre con altrettanti mediani di ruolo (Ionita, Calò e Acampora). Contro il Cittadella il tecnico sta pensando di attuare un leggero turnover. Potrebbero trovare spazio dal primo minuto Elia e Brignola, forse pure Tello e Vogliacco, oltre a uno tra Lapadula e Moncini. Prevista la rotazione di tre/quattro elementi. da verificare le condizioni di Letizia, uscito a scopo precauzionale per una botta, di Pastina e Masciangelo, questi ultimi due fuori dai convocati per Ascoli.


Questo pomeriggio sarà la rifinitura a a schiarire le idee a Caserta che poi deciderà in merito ad assetto e formazione. Intanto, Oreste Vigorito è in pole position per riconquistare un posto nel Consiglio direttivo di Lega B, in seguito alla decadenza del presidente della Spal Walter Mattioli, che ha ceduto la società a Joe Tacopina e non ha più alcun ruolo all'interno della stessa. Quella di Vigorito, invitato da più colleghi a sedersi nuovamente sullo scranno già occupato dall'ottobre del 2018 fino all'agosto del 2020, rappresenterebbe una scelta bipartisan, voluta sia dalla maggioranza che fa capo a Balata che dalla minoranza per la sua capacità di essere super-partes. Il patron giallorosso non avrebbe ancora dato il suo assenso definitivo ma pare sia orientato ad accettare l'incarico.
L'elezione del nuovo componente è fissata per mercoledì 29 settembre, nel corso dell'Assemblea convocata per le 12.30 presso l'Excelsior Hotel Gallia a Milano. Vigorito andrebbe ad aggiungersi ai consiglieri interni, il presidente dell'Ascoli Carlo Neri, quello del Lecce Saverio Sticchi Damiani, l'Ad del Monza Adriano Galliani, il numero uno del Pordenone Mauro Lovisa, il direttore dell'Area marketing e comunicazione del Frosinone, Salvatore Gualtieri.
Nel frattempo il club giallorosso, in occasione della gara di domani contro il Cittadella, attraverso una nota stampa apparsa sul sito ufficiale, ha invitato i propri tifosi «ad osservare attentamente l'orario d'ingresso indicato sui tagliandi al fine di evitare lunghe attese all'ingresso e consentire quindi un fluido ed efficace controllo di sicurezza per il rispetto delle disposizioni di legge anti-covid 19».


In particolare, i tifosi sono stati sollecitati «a presentarsi ai varchi di prefiltraggio dello stadio Ciro Vigorito con la pronta esibizione agli stewards del proprio biglietto, del documento d'identità e del green pass, a rispettare le disposizioni relative alla prevenzione e riduzione del rischio di diffusione del virus Covid-19, evitando assembramenti nelle fasi di accesso e di deflusso, rispettando le distanze di sicurezza ed indossare per tutta la durata dell'evento la mascherina di protezione, contribuendo alla riuscita di una bella giornata di sport e clima sereno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA