Benevento-Cittadella, mini turn over:
fiducia al tandem centrale Glik-Barba

Martedì 21 Settembre 2021
Benevento-Cittadella, mini turn over: fiducia al tandem centrale Glik-Barba

Per dare continuità e capitalizzare il blitz di Ascoli, il Benevento non può lasciarsi sfuggire il secondo successo di fila. I giallorossi aprono il pomeriggio sfidando il Cittadella al «Ciro Vigorito» con la possibilità di scavalcarlo e di ridurre le distanze dalle battistrada sfruttando gli scontri diretti (Pisa-Monza su tutti). Fabio Caserta si affiderà a un leggero turnover e dovrebbe cercare di preservare qualche acciaccato come ad esempio Letizia, uscito anzitempo al «Del Duca» per una botta. Nel caso il capitano dovesse restar fuori, al suo posto giocherebbe Improta, che sabato da terzino destro ha fatto molto bene confermando la sua versatilità, e non Vogliacco. Caserta è orientato a confermare il resto dello scacchiere difensivo con Glik e Barba al centro della difesa e Foulon sul versante mancino (tanto più che Masciangelo, il suo naturale sostituto, è sempre fermo per infortunio come pure Pastina). Il belga oltretutto sta attraverso un momento magico e ad Ascoli è risultato determinante con i suoi due assist e una spinta costante sulla direttrice di competenza. A centrocampo Caserta ha idea di non stravolgere gli equilibri, pertanto si viaggia verso un solo avvicendamento: fuori Acampora, che sul piano della condizione deve ancora crescere, e dentro Tello, che ha destato una buona impressione quando è subentrato sia contro il Lecce che contro gli uomini di Sottil. La mediana, schierata ad Ascoli per la prima volta con tre interpreti di ruolo (e non con Improta adattato e sovente a ridosso delle punte) ha garantito una maggiore proprietà di palleggio (anche senza elevate percentuali di possesso, ma i palloni che filtravano venivano spesso ripuliti), maggiore copertura difensiva e infine una solidità che ha consentito di incamerare il primo clean-sheet stagionale. Anche Paleari è sembrato molto più sicuro negli interventi anche perché adeguatamente protetto dal pacchetto arretrato. La propensione di Caserta è dunque quella di insistere con il 4-3-3 puro, sacrificando un uomo di fantasia nonostante nel settore avanzato abbia davvero l'imbarazzo della scelta. Viviani non è ancora pronto per giocare dal primo minuto e ha bisogno di un po' più di tempo per integrarsi negli schemi e trovare un certo affiatamento con i nuovi compagni, mentre Vokic, che ad Ascoli è entrato bene mostrando una personalità fino a sabato tenuta in naftalina, necessità di qualche altra apparizione limitata per adattarsi alla nuova veste che Caserta gli sta cucendo addosso.

In attacco ci può essere una rotazione completa con Brignola, Lapadula ed Elia per Insigne, Sau e Improta (che nel frattempo arretrerebbe sulla parte destra della linea di retroguardia). Ma questo è il reparto dove campeggiano le più grandi incertezze. Lo stesso Caserta, pur avendo il quadro abbastanza chiaro, non è ancora del tutto convinto di quale tridente mandare in campo. Il nodo principale è sul centravanti: Lapadula in teoria non sarebbe ancora pronto ma scalpita per giocare dall'inizio, Sau nell'ultima uscita è stato decisivo e tenerlo fuori è davvero complicato mentre Moncini ha goduto di un'intera giornata di riposo e quindi, anche solo per questa ragione che comporta maggiore freschezza, può rientrare anche lui tra i papabili. Stesso discorso per gli esterni offensivi: Caserta farà quasi sicuramente rifiatare Insigne e il più autorevole candidato per sostituirlo è Elia, che può giocare indistintamente a destra o sinistra. In corsa per una maglia da titolare anche Brignola, che però può rientrare in gioco solo se Improta dovesse agire da laterale basso.

Si prevede una discreta cornice di pubblico anche se il giorno feriale e l'orario pomeridiano non aiutano. Molto gettonata l'iniziativa della società che garantisce l'ingresso gratuito agli Under 14 previa esibizione del biglietto del familiare accompagnatore maggiorenne (promozione fruibile solo nel giorno antecedente la gara presso i botteghini e quindi esaurita nella serata di ieri). Domani partirà anche la prevendita per la trasferta di sabato a Como. I posti disponibili per il settore ospiti dello stadio «Giuseppe Sinigaglia» sono soltanto 250 (la capienza ridotta al 50% dell'intero impianto è di 2750 rispetto ai 5500 ordinari). I tagliandi saranno in vendita esclusivamente online sul sito vivaticket.com e nei punti vendita abilitati Viva Ticket a partire dalle 14 di domani e fino alle 13 di sabato. Per quanto riguarda il settore ospiti (il costo del tagliando sarà di 12 euro più 2 di diritti) i biglietti saranno acquistabili fino a venerdì alle 19.

Ultimo aggiornamento: 15:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA