Benevento, prova del 9 ok: vetta a 4 punti
venerdì l'anticipo con la Ternana

Lunedì 6 Dicembre 2021 di Luigi Trusio
Benevento, prova del 9 ok: vetta a 4 punti venerdì l'anticipo con la Ternana

Missione compiuta. Centrato l'obiettivo di tre vittorie in una settimana contro Reggina, Vicenza e Pordenone, il Benevento può programmare i prossimi appuntamenti con maggiore serenità. Sono stati sette giorni molto intensi per i giallorossi con particolare dispendio di energie soprattutto per i titolari visto che Caserta non ha fatto alcun turnover per evitare di scompaginare gli equilibri. Più di un calciatore avrebbe bisogno di tirare un po' il fiato, ma nel prossimo turno Lapadula e compagni saranno impegnati nell'anticipo di venerdì sera a Terni. L'elemento stanchezza non va trascurato, dato che già a fine primo tempo era evidente che per molti atleti le forze cominciassero fisiologicamente a scarseggiare. La partita contro i neroverdi ha preso una piega diversa solo dopo gli avvicendamenti, quando il tecnico ha innestato la giusta dose di freschezza con l'ingresso di Brignola e Di Serio per Improta e Acampora. A modificare le carte in tavola sono stati in principal modo loro, i due talenti cresciuti nel settore giovanile, che Caserta ha deciso di far entrare insieme nel momento di maggiore necessità. I ragazzi hanno portato in dote vivacità, esuberanza e vigore, consentendo al collettivo un cambio di passo radicale. Un successo del genere va tuttavia pure interpretato come un segnale: adesso il Benevento riesce a imporsi anche facendo fatica, contro avversari che badano essenzialmente a difendersi e in gare all'apparenza bloccate. Fino a qualche settimana fa invece, in una partita del genere non l'avrebbe spuntata.

La sfida col Pordenone può essere davvero quella della svolta, a patto che con la Ternana sia innanzitutto di spessore la prestazione, al di là del risultato. Sarà difatti un match molto difficile, contro una squadra sbarazzina, imprevedibile, che non ha particolari incombenze di classifica e pressioni di sorta. Fabio Caserta perderà una risorsa importante che andrà ad aggiungersi a Foulon e Letizia: Andrès Tello ha incamerato il quinto giallo stagionale, era diffidato e pertanto sarà squalificato dal giudice sportivo. Un'assenza pesante di un calciatore che a gara in corso ha sempre garantito un prezioso contributo, che poi è anche il centrocampista probabilmente messo meglio sulla piano atletico rispetto a tutti quelli in organico. Il colombiano rientrerà per la sfida di Coppa Italia a Firenze del prossimo 15 dicembre, un confronto in cui Caserta darà spazio a chi ha giocato di meno, visto che si disputerà quattro giorni prima dello scontro diretto casalingo col Monza. Contro il Pordenone per Acampora è arrivato il sesto cartellino, per Viviani il terzo. In diffida resterà il solo Letizia che proverà a recuperare per le ultime due sfide esterne dell'anno (Spal e Alessandria), altrimenti, mal che dovesse andare, sarà pronto dopo la sosta post-San Silvestro per il big-match col Parma del 15 gennaio.

La squadra ieri ha beneficiato di una domenica di riposo. Tornerà ad allenarsi oggi: all'Antistadio «Imbriani» è in programma una seduta mattutina, la prima della settimana che servirà a Caserta per valutare la condizione generale dei suoi. Il programma è mutato per via della settimana corta e giovedì si parte per l'Umbria.

Con la vittoria sui ramarri il Benevento consolida il quarto posto, che condivide con il Monza che ieri ha sbancato il «Rigamonti» di Brescia, e accorcia ulteriormente dalla vetta, dove si è riportato il Pisa, autore di un blitz a Como da vera big. Ora il primo posto è distante solo 4 lunghezze, mentre la seconda piazza, l'altra utile per la promozione diretta, è ad appena 3 punti, occupata dal Lecce che in realtà sembra davvero la concorrente più attrezzata, e non solo per quello che ha fatto vedere nella sfida del «Ciro Vigorito» il 10 settembre. Tra le pretendenti continua la risalita del Monza che ha agganciato di nuovo il Benevento ed è quinto per una peggiore differenza reti pur avendo gli stessi punti (28). La sensazione è che Fabio Caserta nella bagarre per il vertice e per la conquista dei due posti al sole che permetterebbero di evitare la lotteria dei playoff, dovrà vedersela con due ex allenatori giallorossi come Baroni e Inzaghi, ovvero coloro i quali sono riusciti a condurre il Benevento in A rispettivamente nel 2017 e nel 2020 e con Giovanni Stroppa, arrivato secondo dietro a SuperPippo con il Crotone sempre nel 2020. Gira e rigira, sono sempre loro i protagonisti indiscussi di questa avvincente, pazza Serie B, con l'allenatore calabrese spera di inserirsi come new entry nell'Olimpo dei grandi e tra quelli che hanno scritto la storia del club sannita.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA