Benevento-Salernitana, le pagelle
dei sanniti: Sau bomber di razza

Lunedì 3 Febbraio 2020 di Luigi Trusio
Montipò 6
Pulito, sul pezzo, efficace e anche nei rinvii non corre grossi pericoli nel primo tempo. L'unica conclusione che potrebbe impensierirlo è un diagonale di Maistro che blocca a terra in due tempi. Non brillantissimo sull'inzuccata vincente di Djuric.
Maggio 5,5
Tiene a bada discretamente Kiyine, che una volta gli scappa e si becca il giallo che gli farà saltare la trasferta di Cosenza. Non è la solita scheggia nelle propulsioni, ma è attento sulle diagonali perché dalle sue parti si aggirano clienti difficili. Si perde Djuric sul gol dei granata.
Volta 6
Preciso negli appoggi, quando deve va anche a raddoppiare. Se il Benevento soffre raramente per vie centrali il merito è anche suo. Mette la museruola a Djuric, che bazzica le sue zolle.
Caldirola 6
Prova ad anestetizzare Gondo che ogni tanto gli sfugge e quando Letizia non rientra gli tocca anche rimediare su Lombardi. In una circostanza è costretto a fermarlo con le cattive. Come al solito mette pezze qua e là, facendo anche gli straordinari.
Letizia 5,5
Qualche affondo isolato, ma le sue frustate in grado di spaccare in due gli avversari mancano. Ha l'incombenza di controllare Lombardi, il più pericoloso degli ospiti e quindi è costretto a limitare le sue sortite. Perde più volte l'ex compagno, come in occasione del gol di Djuric.
Hetemaj 6
Gioca semplice ma ragiona lento, addenta palloni e anche caviglie. Lotta e tampona ma predica nel deserto perché manca il filtro da dei compagni di reparto. Ma è uno degli ultimi ad arrendersi.
Schiattarella 5
Regia molle, stranamente poco lucida. Ventura lo ingabbia e lui non riesce a scrollarsi di dosso la pressione con i movimenti giusti, nonostante abbia intelligenza tattica da vendere. Si perde nel grigiore, si rifarà.
Viola 5
Del giocatore ammirato finora stavolta nemmeno l'ombra. Sbaglia i passaggi più facili, non incide e fatica ad inserirsi. Ma un passaggio a vuoto gli si può concedere dopo il girone d'andata (dal 19'st Improta 7 - Peccato per l'espulsione, troppo severa e a partita conclusa, ma è lui che cambia ancora una volta la partita. Diventa una spina nel fianco dei granata, propizia il gol del pari e colpisce anche una traversa).
Kragl 6,5
Comincia reattivo, malizioso, presente. S'infila nei buchi e prova la conclusione. Ma attira troppo le attenzioni degli avversari, che lo stendono a ripetizione finché non lo costringono ad uscire dopo 20' (dal 20'pt Insigne 5,5 - Di lui si ricorda poco, ma non commette neppure errori clamorosi. Non era facile entrare così a freddo).
Sau 6,5
Nel primo tempo si fa notare solo per qualche appoggio sbagliato, non sfrutta un paio di superiorità ed è abbastanza avulso dalla manovra. Ma è lui a trovare il gol del pari nella ripresa, e non è poco. Batte Micai con freddezza (dal 34'st Moncini SV - Inzaghi la vuole vincere con lui, ma non gli servono palle giocabili).
Coda 5,5
Troppo isolato in avanti, non riceve adeguata assistenza. Stretto nella morsa dei centrali, non riesce a far salire la squadra e a tenere palla. Gli va comunque riconosciuto il merito di lottare come un leone e di tenere in apprensione l'intera retroguardia granata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA