Benevento, derby con la Salernitana
con la difesa bunker

Sabato 1 Febbraio 2020 di Luigi Trusio
Nel derby la difesa bunker può tornare a fare la differenza. Il Benevento va a caccia del 14esimo «clean sheet» stagionale per battere la Salernitana e sarà importante tenere a bada gli uomini più pericolosi dei granata che stazioneranno ai lati del 3-5-2 di Ventura, ovvero l'ex Lombardi e il marocchino con cittadinanza belga Kiyine. Un ruolo di primo piano per Maggio e Letizia che oltre alla fase di spinta dovranno assicurare adeguata copertura con il supporto dei centrali Volta e Caldirola e delle mezzali Hetemaj e Viola. SuperPippo sta studiando meticolosamente ogni singolo aspetto della contesa: nella seduta di ieri all'«Imbriani», tra esercitazioni tecnico-tattiche e partitella finale a superficie ridotta ha testato la condizione dei vari interpreti e l'impressione è che abbia già fatto le sue scelte. Sempre a parte Tuia e Tello, Antei alle prese con la riabilitazione. Questa mattina rifinitura pre-gara, nel pomeriggio la conferenza stampa del tecnico piacentino.
I RINFORZI
Il Benevento ha chiuso la sessione del mercato di gennaio con gli arrivi di Moncini e Barba, la cessione di Armenteros e un doppio affare last-minute di assoluto spessore, rilevando a titolo definitivo due giovani talenti dal Pescara: si tratta del portiere classe 2003 Igor Lucatelli e del trequartista Davide Masella, nato nel 2002. Entrambi termineranno la stagione in prestito in Abruzzo, rimanendo in biancazzurro fino al 30 giugno. Dal giorno successivo saranno a disposizione della Primavera per il prossimo campionato. Si tratta di un'operazione-lampo che ha consentito al Benevento di assicurarsi due tra i migliori prospetti d'Italia, contesi da club di categoria superiore. Su Lucatelli (ritenuto il nuovo Donnarumma per le caratteristiche fisiche, 198 cm) c'era da tempo la Juventus (in estate addirittura il suo passaggio in bianconero veniva dato per fatto), Masella era in predicato di passare all'Inter. Un investimento importante oltre che un segnale forte da parte di Diego Palermo e Simone Puleo, sotto la regia di Pasquale Foggia, che ha concluso la trattativa (approfittando anche degli ottimi rapporti Vigorito-Sebastiani) che intendono rilanciare il settore giovanile con un ulteriore step e allestire una formazione super competitiva il prossimo anno, tale da puntare alla promozione in Primavera 1. Abdallah Basit è rimasto nel Sannio, le possibili destinazioni non hanno convinto il club giallorosso che, alla fine, ha deciso di tenersi il giocatore. Lo stesso Pescara e soprattutto il Parma hanno provato a prendere Pietro Iemmello, il Benevento (proprietario del cartellino) sarebbe stato pure propenso a indirizzare il giocatore altrove, ma il Perugia ha bloccato tutto chiedendo un indennizzo di oltre 1 milione di euro per rinunciare alle prestazioni dell'attaccante per i prossimi sei mesi. Altre operazioni per il settore giovanile: finalmente arrivata l'ufficialità della cessione in prestito al Foggia (Serie F, girone H) della mezzala 2003 Gianmarco Alba (era già in prova da un paio di settimane), mentre il terzino destro 2001 Michele Peluso rientra dal prestito al Savoia e viene girato, con la medesima formula, al Portici, sempre in D ma nel girone G.
L'ENTUSIASMO
Sale intanto la febbre da derby: nella sola giornata di ieri sono stati emessi quasi 2mila tagliandi e superata, seppur di poco, quota 8mila su sponda sannita (anche se fra questi ticket c'è da considerare anche una fetta di tifosi granata rimasti senza tagliando: la Tribuna Superiore Scoperta che conta 500 posti ed è di solito «snobbata» dai locali, adesso è sold-out). Con l'aggiunta dei 1663 biglietti venduti per il settore ospiti, quota 10mila è a un palmo, mentre è a portata di sforamento il record stagionale di 11.668 fatto registrare lo scorso 29 dicembre contro l'Ascoli. Mancano ancora due giorni pieni di prevendita ed è facile ipotizzare che con l'avvicinarsi del match molti altri sportivi si doteranno del prezioso tagliando.
LE GIOVANILI
Intanto la Primavera di Romaniello, tornata alla vittoria contro il Cosenza sabato scorso e oggetto di un profondo restyling nella finestra invernale di mercato appena conclusa, sarà impegnata questa mattina (fischio d'inizio fissato per le 11.30) in Sicilia presso il Centro Sportivo «Sorrentino» contro il Trapani per la quarta giornata di ritorno. Giallorossini a -5 dai playoff, ma il Trapani è secondo in graduatoria e avversario ostico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA