Salernitana, avanti su Anderson
ma il sogno resta Di Carmine

Mercoledì 15 Gennaio 2020 di Eugenio Marotta
All'attacco di André Anderson con il sogno nel cassetto che porta a Samuel Di Carmine, ma la concorrenza agguerrita del faraonico Benevento di Vigorito che è piombato forte sul bomber del Verona. Intanto arriva il primo rinforzo del mercato di riparazione per la Salernitana. Felipe Curcio ('93) oggi sosterrà il primo allenamento agli ordini di Gian Piero Ventura e sarà ufficializzato in giornata dal club di Lotito e Mezzaroma.
PRIMI INNESTI
Il mancino brasiliano è a Salerno già da ieri, dopo aver depositato la rescissione contrattuale del suo accordo con il Brescia (con cui era legato fino a giugno) ed ora è libero di accasarsi in granata. Per lui è pronto un contratto fino al 2022. «Ringrazio tutti per i messaggi di affetto ha dichiarato a caldo il 27enne giocatore sudamericano all'uscita di un noto ristorante a Salerno Forza granata e un abbraccio a tutti». Curcio è un cursore mancino che può giocare anche come quinto di sinistra nel 3-5-2 disegnato da Ventura. Quasi certamente l'ex Brescia farà parte dei convocati per la trasferta di Pescara in programma domenica prossima all'Adriatico. Le grandi manovre in difesa non sono finite. Il management granata, che farà un tentativo per cedere Billong, è alle prese con l'ingaggio di Ramzi Aya ('90) del Pisa. Tra le parti l'accordo è stato trovato da tempo, ma il club nerazzurro sperava di monetizzare dalla cessione del difensore di origini tunisine con passaporto italiano. Il Pisa, infatti, avrebbe chiesto 500mila euro per la cessione a titolo definitivo del difensore centrale che ha avuto un buon approccio al suo esordio con il campionato cadetto (per lui fino a quest'anno soltanto tanta terza serie). Sul giocatore si era fiondata anche la Sambenedettese che da sempre ha rapporti di grande cordialità con la Salernitana. L'impressione, comunque, è che la trattativa vada in porto. Poco importa che non si concretizzi a stretto giro considerando che il giocatore deve scontare comunque una squalifica rimediata con la maglia dei toscani. Staremo a vedere.
LE TRATTATIVE
A centrocampo tutto dipenderà dalla cessione di alcuni elementi in esubero che sono stati palesemente bocciati da Ventura. Su tutti, Firenze e Odjer. Il primo sembrava avere trovato la destinazione gradita, dopo aver registrato l'interesse del Frosinone. I ciociari, però, hanno orientato il loro sguardo altrove. Con l'arrivo di Tabanelli alla corte di Nesta si chiude la trattativa per Marco Firenze. Il giocatore ha comunque le valige pronte, si allena a parte da separato in casa granata e si guarda intorno. Per lui si era registrato un timido interesse dell'Entella, mentre in terza serie avrebbe più mercato (il Catanzaro di Grassadonia ha fatto un sondaggio per l'ex Crotone). Il problema è che Firenze non sembra gradire il declassamento in Serie C. L'unica destinazione gradita potrebbe essere l'ambizioso Monza di Galliani. Si vedrà. Posizione più morbida, ma con un piccolo giallo per Moses Odjer. Il motorino ghanese non riesce a trovare spazio con Ventura ed è disposto a fare i bagagli. Il centrocampista ha virtualmente rinnovato il suo accordo con il club granata (fino al 2022, con opzione per altri due anni), ma il contratto pare non sia stato ancora depositato. Su Odjer aveva mostrato un certo interesse l'Entella del patron Gozzi. Il giocatore è corteggiato anche dalla Sambenedettese e dall'Avellino di Capuano in terza serie.
GLI OBIETTIVI
E siamo al reparto avanzato. André Anderson (99) della Lazio è in cima alla lista di preferenze di Ventura. Ieri il talentuoso fantasista brasiliano che è già stato in prestito alla Salernitana lo scorso anno è stato impiegato da Simone Inzaghi nell'ultima mezzora di Coppa Italia contro la Cremonese a risultato già abbondantemente acquisito. Facile si possa concretizzare un nuovo prestito dalla consorella Lazio. Lotito proverà a convincere anche il giovane Bobby Adekanye ('99) a trasferirsi in prestito all'ombra dell'Arechi. La Salernitana, però, culla il sogno Di Carmine ('88). L'attaccante del Verona è una garanzia in B, ma potrebbe anche decidere di rimanere in massima serie e giocarsi le sue carte con l'Hellas. In caso contrario occhio alla concorrenza del faraonico Benevento. La squadra intanto oggi sosterrà una doppia seduta di lavoro al Mary Rosy. Da valutare le condizioni dei febbricitanti Lombardi e Kiyine. Complice la squalifica di quest'ultimo per Pescara, a tenere in apprensione Ventura è Lombardi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA