Il Perugia passa con due rigori:
è rabbia Juve Stabia al Menti

Domenica 2 Febbraio 2020 di Gaetano D'Onofrio
Il Perugia vince dagli undici metri la sfida del Menti contro una Juve Stabia in partita fino alla fine, ma incapace di chiudere a suo favore dopo il pari di Canotto, e costretta a capitolare su due rigori del bomber Iemmello che si conferma l’attaccante più prolifico della serie B. Il vantaggio umbro è dal dischetto per l’atterramento di Angella ad opera di Allievi al 24’. Due minuti appena e Canotto, sul lancio millimetrico di Calò è micidiale in contropiede e trova il pari. Azione fotocopia al 28’, ma stavolta il tiro della punta stabiese è alto. Nella ripresa il Perugia fa tanto possesso palla, ed al 25’ trova il vantaggio. Stavolta il fallo è di Fazio su Rosi, dagli undici metri decisivo ancora Iemmello. Avanti di un gol, il Perugia ha almeno tre occasioni per allungare ulteriormente, ma nel finale l’occasionissima di Rossi terminata sul fondo lega le speranze del Menti. A fine gara Serse Cosmi dedica al compianto Gaucci la vittoria: “Un grande uomo che ha fatto qualcosa di unico a Perugia. I complimenti vanno ad entrambe le gare, è stata una bellissima partita, e credo che tutti sugli spalti, al di la’ del risultato, si siano divertiti”. Caserta mastica amaro: “Posso dire poco ai ragazzi, ma di certo l’atteggiamento dopo il 2-1 non mi è piaciuto, è sembrato di rivedere la squadra di inizio anno”. Tuona conto l’arbitro Franco Manniello: “Abbiamo subito due rigori per me inesistenti, o quanto meno dubbi. L’arbitro ha indirizzato la partita, e certi errori, con una classifica come quella attuale possono pesare oltre modo. Con i tre punti passiamo dai play-off ad un punto dai play-out, serve quanto prima il Var, può essere decisivo per le piccole società come la nostra”. © RIPRODUZIONE RISERVATA