Ripartenza Cittadella, 2-0 al Pisa;
Spal ferma al palo con l'Entella

Venerdì 12 Marzo 2021 di Vanni Zagnoli
Ripartenza Cittadella, 2-0 al Pisa; Spal ferma al palo con l'Entella

La Spal non va oltre lo 0-0 interno con l’Entella, confermando il momento complicato, spezzato solo dal successo a Cremona. L’ultima della classe resiste, si porta intanto a un punto dal Pescara, penultimo.

In avvio, il portiere della squadra di Ferrara, Berisha, va in difficoltà su un alleggerimento difensivo di Vicari, che poi si oppone a una conclusione di Koutsoupias, mentre Schenetti calcerà fuori. Raul Asencio non trova il suo primo gol nella Spal, che invece esalta il portiere Borra, con il colpo di testa di Sala. Sull’altro fronte Capello chiama all’intervento l’ex laziale Berisha. Prima dell’intervallo il palo di Sernicola, ex Entella, al pari di Sala.

La formazione di Pasquale Marino attacca anche nella ripresa, resta il periodo complicato. Al 7’ Di Francesco calcia da fuori ma a lato. Manca la porta anche Tumminello, con deviazione di Chiosa. Ci starebbe peraltro il rigore per un tocco con il braccio di Poli, da angolo. I liguri invece mancano il bersaglio da fuori. Allo scadere incursione da sinistra di Valoti, la conclusione angolatissima è deviata da Borra, che era al rientro e ha piazzato due interventi decisivi. Comunque Chiavari non ha rubato nulla, all’andata invece venne piegata dalla rete di Federico Di Francesco. Spal accanto al Chievo con 42 punti, all'ottavo e ultimo posto da playoff.

Cittadella-Pisa 2-0

Riprende la rincorsa alla seconda posizione del Cittadella, che intanto sale al quinto posto, con 44 punti. Torna a vincere dopo quattro gare, doma il Pisa già nel primo tempo, con una prestazione soddisfacente. Al tecnico nerazzurro D’Angelo mancano 6 giocatori per covid: Vido, Soddimo, Mastinu, Caracciolo, Meroni e Belli, mentre Masucci e Sibilli sono infortunati. Veniva da 6 risultati utili consecutivi, ma aveva già perso l’andata, addirittura per 4-1, e ora si allontana dalla zona playoff, a -5.

L’anticipo si sblocca all’8’, Gargiulo serve in profondità Tsadjout, il camerunese arrivato dal Milan scatta sul filo del fuorigioco e batte Gori sul primo palo, con un’esecuzione alla Diaw, partito da Cittadella, per Pordenone e poi Monza. Cinque minuti dopo Proia irrompe su un cross di D’Urso e coglie il palo. Il raddoppio alla mezz’ora, su angolo di Branca, Proia di testa infila. Come poco dopo, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Poche le emozioni del secondo tempo, ma a 10’ dalla fine Branca (già ammonito) va col gomito alto su un contrasto aereo su Gucher e si fa espellere dall’arbitro Gariglio.

Ultimo aggiornamento: 23:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA