Gondo al 94' regala i tre punti
alla Salernitana contro il Crotone

Domenica 15 Dicembre 2019 di Enrico Vitolo
Una partita pazzesca. Rocambolesca. Ma alla fine, aiutata anche dalla buona sorte, Salernitana batte 3-2 il Crotone e torna finalmente a muovere la classifica. Pronti via e all'Arechi accade subito di tutto. In entrambe le metá campo. Al 3' Messias svirgola clamorosamente solo davanti a Micai, altri due giri di lancette e Gondo deve interrompere immediatamente la sua esultanza per il gol a causa del fuorigioco fischiato dal direttore di gara, al 14' invece puó esultare e come Golemic per la rete che porta in vantaggio il Crotone. Uscita non perfetta di Micai anticipato da Mustacchio che consente cosí al suo compagno di squadra di appoggiare di testa in porta. Quindici minuti piú tardi proprio Golemic lascia peró in dieci la sua squadra per un fallo, che non sembra esserci, da ultimo uomo su Gondo. Sulla punizione ci prova Cicerelli ma sfiora solo il palo, mentre 43' la conclusione di Lombardi é respinta da un attento Cordaz.

Mentre i 5.019 tifosi presenti all'Arechi, peggior dato della stagione, continuano a protestare contro societá, dirigenza e squadra, la situazione sembra addirittura complicarsi nella ripresa. La superioritá numerica é come se non ci fosse, il Crotone infatti tiene bene il campo e prova a far male in contropiede. Specie sugli errori della Salernitana. Come al 58' quando Crociata si ritrova da solo contro Micai ma manda incredibilmente al lato tenendo cosí in vita i granata. Tempo sessanta secondi e nell'altra area di rigore il neo entrato Jallow ha la grande occasione per il pari. Ma niente da fare, il suo tiro esce di poco al lato. Al 59', peró, il gambiano non sbaglia: angolo di Dziczek, spizzata di Karo e di stinco davanti alla porta firma il gol del pari. Ma al momento dell'esultanza zittisce il pubblico situato nei distinti che da quel momento in poi lo fischierá tutte le volte che toccherá il pallone (a fine partita duro battibecco con la curva). Fischi che si interrompono al 74' quando la Salernitana completa la rimonta con Gondo che di testa batte Cordaz sfruttando al meglio il cross di Dziczek.

Un vantaggio che potrebbe aumentare prima con Akpa Akpro (78') e poi con Jallow (83'), ma il primo calcia fuori e il secondo viene fermato da Cordaz. E cosí all'86' ecco la beffa. Punizione maligna dalla sinistra di Barbersi e autorete di testa di Jaroszynski che manda su tutte le furie Ventura. Ma la beffa dura appena otto minuti, perché al 94' sulla punizione di Kiyine ci pensa Gondo con un lob di testa a riportare in vantaggio la Salernitana che ritorna cosí alla vittoria dopo un mese e mezzo. Ma che paura al 96' quando Marrone da solo in area di rigore colpisce di testa la traversa. A fine partita fischi e applausi per la squadra all'uscita dal campo. © RIPRODUZIONE RISERVATA