Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Calciomercato Napoli, news oggi:
solo prestiti, frenata per Deulofeu

Sabato 25 Giugno 2022 di Pino Taormina
Calciomercato Napoli, news oggi: solo prestiti, frenata per Deulofeu

Il Napoli ha due obiettivi: il portiere e il difensore centrale. La tempistica per averli è assai differente Per il portiere può attendere anche un mese, il difensore può arrivare anche a Ferragosto ma le modalità identiche: li vuole in prestito e senza obbligo di riscatto. Oppure svincolati. Insomma, l'intoppo per Ostigard è sulla formula. Il Napoli era certo di essere stato chiaro con il Brighton e i suoi emissari: l'ok con l'ex genoano c'è da tempo, ma manca quello del club inglese che preferisce la cessione a titolo definitivo. Motivo per cui il patron De Laurentiis ha virato su Casale del Verona. E l'Hellas, peraltro primo avversario nella prossima serie A, ha aperto all'ipotesi del prestito con riscatto facoltativo, valutando il calciatore attorno ai 10 milioni di euro. I nuovi rinforzi del Napoli arriveranno solo così. Ed è dunque questa una doccia gelida per i sogni che portano a Deulofeu. Almeno per chi sogna a una chiusura in tempi rapidi. Non sarà così. 

Dunque, Nicolò Casale supera Ostigard. Ma serve che l'operazione sia low cost: Lazio e Napoli sono in corsa, ma De Laurentiis è in pressing con l'Hellas. Casale sarebbe l'ideale, anche perché ha le caratteristiche per poter essere un jolly difensivo. Come Juan Jesus. I tempi, in questi casi, non sono mai brevi. E il Napoli non ha fretta: il quarto difensore può arrivare anche ad agosto. E il portiere? Ecco, a Dimaro Spalletti potrebbe ancora non avere il vice Meret (che vuole capire chi sarà il suo vice). Salvatore Sirigu è in pole, piace Luis Maximiano (ma il prestito è a prezzi troppo alti) e la lista è lunga. Diciamo che l'obiettivo del club è quello di mettere a disposizione di Luciano tutti i portieri per la seconda parte del ritiro pre-campionato, quello che inizia a Castel di Sangro. Inutile agitarsi, dunque. E avere fretta.

Gerard Deulofeu ha capito che i tempi non sono brevi e ha iniziato a guardarsi attorno. Se ha fretta, difficilmente l'operazione con il Napoli andrà in porto. Perché il Napoli non ne ha. Con l'Udinese è in piedi anche il sondaggio per il baby Pafundi, talento 16enne con i genitori napoletani, che è cercato da mezza Europa. Ma prima di poter andare all'assalto Giuntoli deve sfoltire la rosa: Ounas ha richieste da Monza, Torino, Cremonese e Lecce ma continua a tergiversare. Se non rinnova, rischia anche lui il braccio di ferro con la società. Esattamente come succederà con Fabian. Perché, se l'idea dei procuratori è di andare in scadenza, il Napoli non è dello stesso avviso: sia Fabian che Ounas, in mancanza di offerte, devono accettare le offerte di rinnovo. Altrimenti, il rischio è che finiscano fuori rosa. Proprio come Milik. Ed è quello che è stato ribadito ancora una volta a Fabian nel corso dell'ultimo summit al telefono. 

Ospina e Mertens sono ai titoli di coda. E tutto tace anche sul fronte Koulibaly: a ieri sera non c'era una sola richiesta per il difensore senegalese. Né dal Barcellona, nè da parte di altri club. Peraltro De Laurentiis non pensa affatto a cederlo in serie A, a meno che non arrivi una offerta da 30-35 milioni. E lo stesso vale per Osimhen: i pretendenti della Premier sono svaniti nel nulla, peraltro Giuntoli è stato netto con i vari emissari, perché per meno di 100 milioni De Laurentiis non tratta la sua cessione. Siamo solo a fine giugno, tutto può ancora succedere. C'è solo un incedibile in questo Napoli: ed è Di Lorenzo (che ieri si è sposato). 

Ultimo aggiornamento: 26 Giugno, 09:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA