Napoli, il gran ritorno di Koulibaly:
è Kalidou l'arma in più di Gattuso

Venerdì 7 Febbraio 2020 di Roberto Ventre
Napoli, il gran ritorno di Koulibaly: è Kalidou l'arma in più di Gattuso

Koulibaly è pronto: Gattuso ritrova il difensore senegalese ed è orientato a lanciarlo nella mischia già domenica al San Paolo contro il Lecce. Un ritorno importantissimo per la difesa azzurra, l'arma in più per il tecnico per questo finale di stagione. Kalidou è un elemento fondamentale per il presente, il suo futuro poi si deciderà a giugno: dipenderà dai programmi del Napoli legati a come si chiuderà questa stagione, dalle offerte che arriveranno al club azzurro e dalla volontà del difensore. Discorso questo che verrà affrontato in estate, adesso più che mai l'obiettivo di Koulibaly è di tornare alla grande dopo le tante vicissitudini di questa stagione.

Indisponibile da quasi due mesi, s'infortunò contro il Parma: un problema muscolare lo costrinse a fermarsi dopo pochi minuti del match al San Paolo, si fece male nell'azione del primo gol della squadra gialloblù nato da un suo errore. Una serata negativa in tutti i sensi che si chiuse poi con la sconfitta del Napoli. Koulibaly è finito fuori gioco nel primo match in panchina del nuovo allenatore che adesso può contare sulla disponibilità del centrale difensivo. Quattro mesi, quindi, per cambiare decisamente marcia e tornare sugli straordinari livelli dell'anno scorso, un prima parte di 2019 super che gli permise anche di entrare tra le 30 nomination per il Pallone d'Oro.

Koulibaly è uno dei pezzi pregiati del Napoli, in passato si sono interessati a lui club di Premier League che sono sempre lì alla finestra pronti a sferrare in estate un nuovo assalto. Si tratterebbe di un investimento economico importante, Manchester United, Chelsea, Arsenal e Tottenham restano in prima fila: De Laurentiis nell'estate 2018 rivelò di aver rifiutato un'offerta della Premier di 100 milioni. Da verificare tutto quello che potrebbe succedere da giugno in poi e quale sarà la posizione del club azzurro se si dovesse concretizzare qualche offerta importante. Per Koulibaly è il sesto anno a Napoli, ha altri tre anni di contratto a una cifra intorno ai 6 milioni: la programmazione per la prossima stagione, che è già partita con due acquisti piazzati per giugno e cioè il difensore Rrhamani e l'attaccante Petagna, sarà legata alla posizione di classifica (qualificazione in Champions League, Europa League, oppure mancata partecipazione alle coppe europee).

Il difensore senegalese ha cominciato male la stagione, in estate partecipò alla coppa d'Africa (il Senegal perse in finale contro l'Algeria) e per questo motivo cominciò la preparazione più tardi rispetto a tutti gli altri e ne risentì nelle prime partite. Kalidou andò già in difficoltà nel match di esordio a Firenze, poi il suo autogol nei minuti di recuperò costò la sconfitta contro la Juve a Torino. Un avvio a rilento, quindi, qualche altra sbavatura e così venne anche lui coinvolto nella crisi di gioco e di risultati del Napoli di Ancelotti. Poi l'infortunio e l'assenza: ora sta bene e Gattuso sa di poter contare su un rinforzo importantissimo in più a partire da questo tour de force di febbraio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA