Whatsapp cambia le impostazioni della privacy: le 10 domande per saperne di più

Mercoledì 13 Gennaio 2021 di Giampiero Valenza
Whatsapp cambia le impostazioni della privacy: le 10 domande per saperne di più

Cambiano le condizioni e i termini d'uso di Whatsapp, una delle app di messaggistica più usate al mondo e stanno per arrivare, sugli smartphone degli utenti che hanno scaricato l'applicazione, le notifiche sulle nuove condizioni d'uso. In 10 domande, ecco le 10 risposte che è necessario sapere.

1. Perché è necessario mandare la notifica di una modifica dei termini d'uso?

Quando viene scaricata una app si accettano le condizioni legate alla riservatezza dei dati personali, dunque, quando queste vengono modificate, la società che eroga il servizio ne informa l'utente che può accettarle di nuovo o no.

WhatsApp, i dati girati a Facebook: milioni di utenti in fuga (su Telegram). Allarme violazione della privacy

2. Il messaggio sarà mandato a tutti gli utenti Whatsapp?

No. Secondo quanto si apprende lo riceveranno i profili Whatsapp Business e quelli che hanno contatti con loro.

3. In cosa consiste Whatsapp Business?

È un servizio di Whatsapp differente rispetto a quello "consumer", che ha alcuni servizi più mirati a chi fa marketing applicato alle imprese, migliorando il contatto tra i clienti e le imprese.

4. Quando entreranno in vigore le nuove norme?

Il cambiamento ci sarà dal prossimo 8 febbraio.

5. Se non dovessi accettare le condizioni, cosa accade?

L'accettazione delle nuove condizioni generali sono necessarie per continuare a usare il servizio.

6. I dati saranno condivisi con altre aziende e con Facebook?

Come dichiarato dall'azienda, Whatsapp non condivide i dati dell'area europea con Facebook per un uso degli stessi per una profilazione commerciale.

7. Whatsapp e Facebook possono leggere i tuoi messaggi?

Secondo quanto si legge sulle Faq della stessa applicazione, la risposta è no. Whatsapp non tiene traccia delle persone che chiami o a cui invii messaggi, né può ascoltare le chiamate. Ciò che viene condiviso rimane con le persone con cui si comunica, perché i messaggi hanno la crittografia end-to end.

8. Quali sono le aziende di Facebook?

Facebook Inc. e Facebook Ireland Ltd posseggono la Facebook Payments Inc. e la Facebook Payment International Limited, Onavo, Facebook Technologies, Llc e Facebook Technologies Ireland Limited, Whatsapp Inc. e Whatsapp Ireland Limited e CrowdTangle.

9. Da quale azienda vengono erogati i servizi in Europa?

La Regione europea (compresa dai Paesi Ue, dal Regno Unito, da Islanda, Norvegia, Svizzera e microstati europei) è gestita da Facebook Ireland Limited, che è l'azienda titolare del trattamento dati responsabile delle informazioni dell'utente quando usa i servizi Whatsapp. È invece Whatsapp Llc a fornire il servizio nelle altre nazioni del mondo.

10. Si può obiettare al trattamento dei dati personali?

Secondo il Gdpr, il Regolamento generale sulla protezione dei dati, se l'utente risiede nello Spazio economico europeo ha il diritto di opporsi in qualsiasi momento al trattamento dei propri dati per alcune condizioni e per lo scopo di marketing diretto. Si può inviare l'obiezione secondo le modalità presenti sul sito di Whatsapp.

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA