Boeing, 2019 con perdita da 636 milioni di dollari

Mercoledì 29 Gennaio 2020
Boeing ha chiuso il 2019 con una perdita di 636 milioni di dollari dopo i 10,46 miliardi di utile del 2018. Si tratta del primo esercizio in rosso da 22 anni, vale a dire dal 1997, e del quarto nei 104 anni di storia del colosso Usa dell'aeronautica (gli altri sono stati il 1995 e il 1946). Sui risultati pesa, ovviamente, la crisi del 737 MAX.

LEGGI ANCHE Boeing, primo volo del 777X da oltre 400 passeggeri per mettere alla spalle la crisi del 737 Max

Il Gruppo ha inoltre accusato oneri supplementari pari a 9,2 miliardi di dollari, che portano a 18,4 miliardi il costo complessivo della crisi del 737 MAX. Boeing ha inoltre confermato la decisione di ridurre nuovamente la produzione del 787 Dreamliner a causa della mancanza di nuovi ordini: a partire dal 2021 realizzerà 10 aerei al mese (oggi sono 14 e scenderanno a 12 da fine 2020)

"Riconosciamo di avere molto lavoro da fare - ha detto il nuovo Ceo, David Calhoun - e siamo concentrati sul ritorno in servizio del 737 MAX e lavoriamo per ristabilire la fiducia nel marchio Boeing".Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio, 16:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA