La responsabilità di comunicare,
premiato l'impegno sul territorio

di Cristina Cennamo

Si è concluso con un focus su sport, disabilità e sicurezza il V Salone mediterraneo della responsabilità sociale condivisa e con il progetto Comunicare la Responsabilità. La Responsabilità di Comunicare, seconda edizione della campagna promossa da Spazio alla Responsabilità per sensibilizzare operatori e media sul loro ruolo nella diffusione di una nuova economia capace di conciliare la sostenibilità economica con quella sociale e ambientale, mettendo in stretta correlazione il mondo del profit e del no profit, pubblico e privato, cittadini e consumatori. Una diversa cultura condivisa che deve contaminare i tradizionali modelli di sviluppo del territorio ed i comportamenti di tutti gli attori che ne fanno parte, rimettendo al centro i valori della trasparenza e della legalità, della sostenibilità e dell'innovazione, ma soprattutto della tutela della persona e dell'ambiente.

«È l'appuntamento conclusivo dell'evento, un'occasione di riflessione tra le personalità del mondo della cultura, dell'impresa e del giornalismo alle quali Spazio alla Responsabilità conferisce riconoscimenti per gli impegni profusi nella diffusione della cultura della responsabilità sociale sui nostri territori», ha dichiarato Raffaella Papa, presidente di Spazio alla responsabilità, l'associazione che ha promosso il Salone.

I premi sono stati conferiti a Giuseppe Alessio Nuzzo per il Social World Film Festival, Antonello Perillo per Mezzogiorno Italia, Amedeo Manzo, presidente della BCC di Napoli, Diego Guida, Guida Editore, Redazione di Nemo, Nessuno Escluso RAI 2.

L'iniziativa si è svolta per tre giorni nella Sala delle Grida della Camera di Commercio e ha visto oltre centocinquanta relatori, ottanta soggetti aderenti al Forum della responsabilità, alla presenza di numerose delegazioni di paesi stranieri in matricolare del Mediterraneo. «Una tre giorni importante che ci ha visti protagonisti e grazie anche all'appello accolto dal sottosegretario agli Esteri Amendola ci proietta oggi verso gli Stati generali della responsabilità sociale, nostro prossimo passo verso una economia della fiducia che garantisca sviluppo costante e duraturo alle imprese», ha concluso Raffaella Papa.
Martedì 20 Giugno 2017, 11:11 - Ultimo aggiornamento: 20-06-2017 11:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP