Infila la bimba di 15 mesi dentro una lavatrice a gettoni per «insegnarle a vivere»

Francia, bimba infilata dentro una lavatrice Foto SIPA
ARTICOLI CORRELATI
di Luisa Mosello

0
  • 1130
Una giostra. Ma di una crudeltà indicibile. L'ha provata sulla sua tenera pelle una bimba di appena 15 mesi che è stata infilata, nuda, dentro una lavatrice e fatta girare nel cestello. Come fosse in una culla-giostrina. Di giocoso, però, questo assurdo gesto non aveva proprio niente: la piccola ha rischiato di morire per un atto agghiacciante. Come riportano i media d'Oltralpe i fatti risalgono a sabato scorso. A Perpignan, cittadina francese dei Pirenei Orientali, una coppia va a fare il bucato in una lavanderia a gettoni. Con i due c'è la figlioletta di poco più di un anno della donna, 19enne. In un momento di follia l'uomo, 22enne, decide di "iniziare" la piccola in una specie di giro della morte mettendola all'interno di una delle lavatrici. Gira la manopola e aziona la macchina.
 

Alla Polizia dirà che doveva essere uno scherzo, una maniera per farla stare buona, darle una "scrollata" e anche "insegnarle a vivere". E' la compagna, 19enne madre della piccolina, a interrompere l'atroce gioco dopo qualche minuto: apre l'oblò di quella prigione e riprende la bambina, rimasta gravemente ferita durante l'atroce esperienza. Per fortuna è ancora viva. Quindi la corsa  all'ospedale pediatrico della città. La coppia parla di un incidente: una caduta dalle scale. Ma la spiegazione non convince i medici: troppe le ferite e le contusioni multiple sulla testa, sulle braccia e sulle gambette della creatura.

Troppi i lividi, dappertutto, su quel corpicino. Non può trattarsi di una caduta. Vengono chiamate le Forze dell'Ordine che scoprono la verità attraverso le testimonianze raccolte tra i vicini e i familiari. La madre si dice estranea all'accaduto e addossa interamente la colpa al compagno sostenendo di non averlo denunciato perché da lui minacciata di morte. I due ora sono in stato di fermo: l'uomo potrebbe essere incriminato per "violenza aggravata su minore"  e la donna per  "omissione di soccorso". La Procura francese ha aperto un' inchiesta. 

Sempre in Francia nel 2011 un uomo era stato condannato a 30 anni di carcere: aveva ucciso suo figlio, un bambino di 3 anni e mezzo, chiudendolo dentro la lavatrice per punizione.  
Venerdì 17 Marzo 2017, 18:54 - Ultimo aggiornamento: 18 Marzo, 08:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP