Giochi di ruolo nel parco: arriva un pedofilo e molesta un ragazzino

Martedì 27 Luglio 2021 di Patrizia Pennella
Giochi di ruolo nel parco: arriva un pedofilo e molesta un ragazzino


Un gioco di ruolo tra ragazzini, di quelli che, all'interno dei parchi o per strada, prevedono imboscate, nascondigli e salvataggi. La Pineta d'Avalos di Pescara è uno dei luoghi ideali, per la sua struttura, così sabato scorso un gruppo di amici si era organizzato per la mattinata. Mai avrebbero pensato che, nella "trama" si sarebbe inserito un molestatore, un uomo di settrantatré anni che, dopo una segnalazione, è stato denunciato dai Carabinieri.

Il gioco prevedeva che i partecipanti dovessero nascondersi all'interno del parco. Proprio durante questa operazione uno dei ragazzi è stato avvicinato da un uomo anziano. Uno scambio rapido di battute poi l'esplicita richiesta di un rapporto. Il ragazzo è si è irrigidito e, immediatamente, ha pensato di dover trovare una via di fuga. Nel frattempo l'uomo aveva iniziato a unire all'invito gesti molto espliciti, toccandosi le parti intime senza togliersi gli abiti. L'anziano ha compreso le intenzioni e ha cercato di ostacolare in ogni modo il minore, interponendosi fisicamente ad ogni tentativo di allontanamento.

Con uno stratagemma, chiedendo di raggiungere una fontana vicina, alla fine il ragazzo è riuscito a superare l'ostacolo e a scappare, mettendosi a distanza di sicurezza dall'anziano. Poi ha chiamato il 112, utilizzando il cellulare di uno dei ragazzi che erano con lui: erano le 11 e in breve ha raccontato che cosa stava accadendo. I Carabinieri sono arrivati in tempi brevissimi e hanno rintracciato il molestatore. Compiuti gli accertamenti i militari della Sezione Radiomobile, coordinati dal Tenente Giovanni Rolando, hanno denunciato F.D.P., di 73 anni, con le accuse di atti osceni, violenza privata, e molestie ai danni di un minore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA