L'orsa lotta contro il lupo affamato: show nel Parco d'Abruzzo

Domenica 29 Agosto 2021 di Rosalba Emiliozzi
L'orsa Amarena difenda la sua carcassa da lupo (foto Marino Baroncini)

Per tre giorni l'orsa ha combattuto con un lupo per difendere una carcassa di cervo. Una battaglia impari, con l'orsa dominante e il lupacchiotto affamato in difficoltà. L'orsa non è una qualsiasi, è la star del Parco nazionale d'Abruzzo, Amarena, il plantigrado che lo scorso anno ha dato alla luce quattro cuccioli - un parto eccezionale - riuscendo a svezzarli tutti e a portarli all'età di un anno, lasciandoli poi in libertà, uno dei suoi figli è Juan Carrito, che nel Parco ne combina di tutti i colori.

Amarena per giorni ha dormito sulla carcassa di un cervo, l'ha difesa battagliando (nella foto sopra di Marino Baroncini) e sfidando un lupo solitario. «A duecento metri dalla cittadina di Villalago, dove Amarena è di casa - racconta Marino Baroncini, 64 anni, di Alanno, ex poliziotto del posto fisso di polizia di Chieti, con la passione per la fotografia naturalistica - Amarena ha sotterrato una carcassa, anche se all'inizio si pensava fosse un cervo o una pecora ma che pensano sia di una capra, l'ha vegliata e difesa dalle incursioni di un lupo affamato senza che potesse neanche avvicinarsi alla buca».

Video

 

L'ex poliziotto ha fotografato e filmato la scena per due giorni - questa mattina l'orsa e il lupo non c'erano più - con almeno «altre 80 persone che erano lì per lo stesso motivo», dice. Uno spettacolo della natura che si è svolto in un centro con tanti turisti. «L'orsa ha fatto avanti e indietro tra la zona della pinetina, dove aveva sotterrato la carcassa, e il fontanile per abbeverarsi. Il povero lupo affamato non ha ricevuto nulla». Poi, come spiega Baroncini, si rincorrono anche altre voci: «Questa notte, dicono in paese, che tre lupi abbiamo avvicinato l'orsa e che di fronte a questo attacco Amarena sia andata via». 

Video

Versione confermata da Rosalba Mazzaglia, romana che d'estate si trasferisce  a Villalago: «Abbiamo saputo che nella notte Amarena è stata attaccata da tre lupi e che ha dovuto lasciare la carcassa, tanti dicono però che il cervo era stato cacciato e ucciso dal lupo e che il branco sarebbe tornato a riprendersi il maltolto, ma sono voci di paese. Fatto sta che Amarena, dopo aver mangiato per due giorni, si è messa a dormire per qualche ora, bella sazia». Ai lupi non è rimasta che una carcassa che aveva poco più delle ossa. 

Ultimo aggiornamento: 12:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA