Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Serata con Elettra Lamborghini, la discoteca vince anche davanti al Tar: niente chiusura

Giovedì 13 Agosto 2020 di Tito Di Persio
Serata con Elettra Lamborghini, la discoteca vince anche davanti al Tar: niente chiusura

Il Tar riaccende la musica del “Il Gattopardo”: la famosa discoteca di Alba Adriatica che sabato sera ha ignorato un’ordinanza comunale di sospensione attività di dieci giorni per fare la serata con la cantante Elettra Lamborghini. «A seguito del ricorso presentato lo stesso lunedì sera, il Tar ha ritenuto la sussistenza, quantomeno in prima battuta, della validità delle argomentazioni prodotte dalla difesa del Gattopardo concedendo la richiesta sospensiva».

In una nota il legale dell’attività Roberto Antenucci fa sapere, che almeno per il momento, a spuntare l’annosa querelle che dura da anni tra i gestori del locale da ballo e l’amministrazione albense è stato il suo assistito. Poi spiega l’avocato che nell’ambito della nota vicenda il comune di Alba Adriatica, nell’emettere ordinanza di sospensione dell’attività per dieci giorni, replicativa, in maniera del tutto speculare, rispetto alla precedente disposizione emessa dal questore di Teramo (della durata di venti giorni). Inoltre l’ordinanza comunale al di là della sua manifesta illegittimità, e nonostante il can can mediatico, è stata notificata via Pec nella giornata del tardo pomeriggio di venerdì 7, e portata a conoscenza dell’amministratore soltanto con notifica a mani nella mattinata di lunedì 10 agosto, ovvero tre giorni dopo che la notizia della sospensione era apparsa sui giornali. Se l’amministratore avesse, invece, avuto conoscenza del contenuto della Pec in tempo utile, il Gattopardo, sarebbe rimasto chiuso in osservanza della disposizione comunale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA