Avellino: incendio in un garage,
​auto distrutte e case evacuate

Giovedì 26 Novembre 2020 di Katuscia Guarino

Appartamenti evacuati e piano seminterrato dichiarato inagibile. Mattina di paura ieri nel popoloso rione San Tommaso del capoluogo per un incendio divampato nei garage di uno dei palazzi di via Rocco Scotellaro, distruggendo un ciclomotore e altro materiale. Danneggiata pesantemente anche un'auto, una Fiat Punto. Un fumo denso e nero ha allarmato i condomini dello stabile che hanno allertato i vigili del fuoco del vicino comando di via Zigarelli. I caschi rossi sono immediatamente intervenuti. Il loro lavoro è stato provvidenziale per evitare altri problemi, ma non è stato semplice completare le operazioni. Proprio il fumo ha determinato difficoltà per raggiungere i locali. Sono state fatte evacuare in via precauzionale le persone che in quel momento si trovavano in casa. Anche perché la coltre di fumo aveva già invaso il primo piano. Il fuoco ha poi mandato in frantumi i finestroni del piano seminterrato. Esplosioni che hanno creato momenti di forte panico tra i residenti. Nessuno fortunatamente è rimasto ferito o intossicato. I vigili del fuoco, che sono intervenuti con due squadre e cinque automezzi, hanno messo in sicurezza l'area ed hanno eseguito un accurato sopralluogo per verificare eventuali danni alla struttura. Solo il piano seminterrato, dove vengono ricoverato le vetture (non è diviso in box) e oggetti, è stato dichiarato inagibile. Dopo la bonifica degli ambienti, le persone hanno potuto fare ritorno nei propri appartamenti. I vigili del fuoco stanno cercando di capire da dove si siano sprigionate le fiamme.

Con molta probabilità, il rogo sarebbe partito da un ciclomotore che è stato completamente divorato dall'incendio. Si tratta di un mezzo molto vecchio, abbandonato da tempo all'interno del garage dello stabile di via Scotellaro.

Infatti, i vigili del fuoco e gli agenti della Polizia Municipale che sono intervenuti erano in zona in giro di perlustrazione non sono ancora riusciti a risalire al proprietario.

Un compito reso difficile dal fatto che è stato bruciato tutto dal telaio alla targa e, inoltre, alcune famiglie non abitano più in quel palazzo. Non si esclude l'ipotesi dolosa, anche se non sono state trovate tracce di innesco. Si stanno eseguendo ulteriori accertamenti per capire le cause.

All'interno del piano seminterrato del palazzo erano custoditi al momento dell'incendio altri sei motoveicoli, alcuni dei quali hanno subito leggeri danni, e materiale vario che pure è stato bruciato. Danneggiata pesantemente una Fiat Punto. Anche gli agenti della Polizia Municipale stanno eseguendo approfondimenti per la parte di propria competenza. Hanno già raccolto una serie di informazioni tra le persone presenti ieri mattina in via Scotellaro per avere un quadro completo su quanto accaduto. Ci dovrebbe essere a breve un nuovo sopralluogo.
 

Ultimo aggiornamento: 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA