Coronavirus ad Avellino, i contagi
si fermano a 6: c'è un anestesista

Martedì 31 Marzo 2020 di Gianluca Galasso

Un'altra vittima, la ventiquattresima, e sei nuovi tamponi positivi per un totale di 228. Due sanitari dell'ospedale Moscati aggrediti dal virus. Vanno ad allungare la lista di operatori del nosocomio avellinese già contagiati. Sono un'infermiera di Avella e il responsabile della centrale operativa del 118. Si tratta di un anestesista residente a Salerno. Ora si contano sedici operatori alla città ospedaliera alle prese con il Coronavirus, tredici al Frangipane di Ariano Irpino, a cui aggiungere una dottoressa che presta servizio al Criscuoli di Sant'Angelo dei Lombardi. E poi ci sono i medici irpini in servizio presso presidi ospedalieri di fuori provincia.
Questo dimostra quanto siano a rischio gli addetti della sanità che combattono in prima linea, anche con turni massacranti, contro il nemico invisibile. Che in provincia di Avellino ha contagiato 228 persone, ventiquattro delle quali sono decedute.

LEGGI ANCHE Coronavirus in Campania, un milione di kit contro il virus: test a chi opera in prima linea

Ieri mattina è spirato un uomo di 82 anni di Mercogliano. L'anziano era ricoverato dal 24 marzo scorso nell'Unità Operativa di Malattie Infettive dell'azienda ospedaliera Moscati. Un'altra notizia terribile per l'Irpinia che fa registrare la percentuale più alta in Campania di decessi rispetto al numero di positivi al Covid-19. Il bollettino di inizio settimana ha confermato sei nuovi casi. Un dato che fa tirare una boccata d'ossigeno dopo giorni con cifre poco confortanti e una serie di morti. I contagi venuti fuori dai tamponi processati ieri dai laboratori del Moscati riguardano un altro residente di Ariano Irpino. La città del Tricolle sfonda così il muro dei novanta. Uno a San Martino Valle Caudina e, appunto, l'infermiera di Avella.
Debuttano nell'elenco dei Comuni con almeno un positivo al Covid-19 Capriglia Irpina, San Sossio Baronia e Montoro. Quest'ultima realtà era riuscita finora a restare immune, a differenza di quanto stanno vivendo i vicini di casa di Solofra dove i contagiati sono dieci.
Il sospiro di sollievo per il report di ieri sui contagi rischia di durare poco. Sono attesi per oggi i risultati dei test eseguiti sugli ospiti della Residenza Sanitaria per Anziani e Centro di Riabilitazione Minerva di Ariano Irpino. Una novantina i tamponi effettuati tra pazienti e operatori sanitari e inviati ai laboratori dell'Istituto Zooprofilattico di Portici. Si teme un nuovo focolaio, dopo che è stato accertato il contagio per due anziane decedute nei giorni scorsi. Nella giornata di domenica anche un'altra donna è venuta a mancare. Un ulteriore caso sospetto che mette in allarme la comunità del Tricolle. La struttura è in isolamento e il commissario straordinario del Comune, il viceprefetto Silvana D'Agostino, ha comunicato che chi ha frequentato il centro ha l'obbligo di informare il proprio medico curante.
Con gli ultimi sei positivi cambia la mappa dei Comuni con almeno un contagiato. Sono ora 46 i centri interessati. I positivi arrivano a quota 228, tra cui ventiquattro decessi e tre guariti. Ad Ariano Irpino la situazione più difficile con novanta casi, tra cui dieci vittime compreso un anziano originario di Greci ma residente sul Tricolle. Nell'elenco segue Avellino con quindici. E poi Mercogliano con dieci, ma è costretta a segnare un decesso. Dieci positivi anche per Solofra, Mirabella Eclano (un decesso), Flumeri, che registra tre persone morte. Sei i casi per Grottaminarda. Cinque per Scampitella e Lacedonia. Quattro per Chiusano San Domenico e Forino. Lo stesso per Villanova del Battista e Trevico che contano quattro positivi e due decessi ciascuno. Tre per Monteforte Irpino, Venticano (due decessi), Gesualdo (un decesso), Cervinara e Vallesaccarda. Sale a tre San Martino Valle Caudina. Arriva a due Avella. Stessa quota per Savignano Irpino, Lauro, Mugnano del Cardinale (un decesso), Melito Irpino, uno dei quali è domiciliato a Bonito. Due a Bagnoli Irpino, uno però vive a Napoli. Un positivo per Bonito (la persona è deceduta), Castel Baronia, San Sossio Baronia, Cesinali, Montecalvo Irpino, Montefredane, San Michele di Serino, Sant'Angelo dei Lombardi, Taurasi, Pietradefusi, Pratola Serra, Fontanarosa, Atripalda, Lapio, Torre le Nocelle, Contrada, San Mango sul Calore, Altavilla Irpina, Sturno, Capriglia Irpina e Montoro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA