Covid ad Avellino: rientri amari:
contagiata famiglia con bimbo di 2 anni

Giovedì 17 Settembre 2020 di Antonello Plati

Un'altra famiglia interamente contagiata. È la quarta in Irpinia dall'inizio di questa seconda ondata epidemica, la terza ad Avellino, l'altra è di Contrada. E questa volta, sfortunatamente, nel nucleo familiare c'è pure un bambino di appena 2 anni.

Dunque, si aggrava il bilancio dopo il bollettino trasmesso ieri pomeriggio dall'Asl di Avellino che ha comunicato la positività al Covid 19 dei tamponi naso-faringei effettuati su 5 persone (tutti rientri da fuori regione): 3 residenti ad Avellino (la famiglia, appunto, composta da una donna di 44 anni, un uomo di 43 e il bimbo) e 2 residenti a Moschiano (una ragazza di 14 anni e una donna di 31). A questi si aggiunge un altro caso comunicato dal sindaco di Monteforte Irpino, Costantino Giordano, relativo a un uomo residente nel suo comune. Come da protocollo anti-covid, l'ente di via Degli Imbimbo ha avviato indagine epidemiologica sui contatti dei casi positivi.

LEGGI ANCHE Droga, fermata banda leader dello spaccio

La famiglia avellinese contagiata, a differenza delle altre due, non appartiene al focolaio che s'è sviluppato tra il capoluogo, Mercogliano e Solofra (36 contagiati), la cui catena di contatti sembra essersi definitivamente spezzata (nessun caso da una settimana). Attivo, invece, un altro focolaio tra il Mandamento e il Vallo di Lauro con 33 positivi registrati fino a questo momento e la rapida diffusione del virus a Sperone: 8 casi in una settimana (9 in tutto, tra i quali anche un bimbo di appena un anno.) Seguono Baiano con 6 contagiati, Moschiano (5), Avella (4), Quindici (4), Sirignano (3) e Taurano (2). Il sindaco di Monteforte Giordano, si rivolge ai cittadini: «Come comunicatoci dall'Azienda Sanitaria Locale dice c'è un nuovo caso di contagio da Covid-19 comune di Monteforte Irpino. L'Asl sta prontamente ricostruendo la rete dei contatti del contagiato. Si invita, pertanto, a non creare allarmismi. Si invita la cittadinanza a continuare a rispettare in maniera rigorosa tutte le disposizioni inerenti al contrasto della diffusione del Coronavirus».

Buone nuove da Parolise, dove giovedì scorso 3 contagi avevano messo in agitazione la popolazione. Oggi il primo cittadino Antonio Ferullo annuncia che sono tutti i negativi i tamponi somministrati ai contatti diretti degli infetti: «Tutti i contatti - scrive in un lungo post sul suo profilo social - in isolamento domiciliare sono ufficialmente negativi. Ora prosegue attendiamo fiduciosi che i tre contagiati guariscano al più presto». Quindi una riflessione: «Nella lista dei contatti in isolamento c'è quasi tutto il direttivo della Proloco di Parolise che ha rischiato il contagio proprio nell'esercizio delle attività di volontariato, i miei impavidi ragazzi, coloro che durante il lockdown, bardati di guanti e mascherine, con la paura nel cuore ma con il desiderio forte di prestare aiuto, hanno bussato alle nostre case e hanno consegnato i dispositivi necessari per fronteggiare l'emergenza. Si sono poi inventati la vita, quando tutto intorno era solo paura, sofferenza e morte. Li abbiamo visti all'opera nella consegna di uova e colombe pasquali, gelati e quant'altro, con la collaborazione del Comitato festa e della mia giunta insieme al Centro operativo comunale. Il forte senso di appartenenza che ci unisce ha sfidato il mostro: ragazzi miei conclude Ferullo gioisco insieme a tutto Parolise e sono orgoglioso di ciascuno di voi, siete il lievito della nostra comunità, che Dio vi benedica».
 

Video

Da luglio a oggi sono 166 i contagiati, dei quali 119 attivi, 46 guariti e uno deceduto. La più colpita è Avellino con 37. Seguono: Mercogliano (19), Sperone (9), Santa Lucia di Serino (7), Baiano (6), Monteforte Irpino (6), Serino (6), Contrada (5), Montemarano (5), Moschiano (5), Solofra (5), Avella (4), Montoro (4), San Michele di Serino (4), Quindici (4), Atripalda (3), Calitri (3), Parolise (3), Sirignano (3), Montella (2), Roccabascerana (2), Rotondi (2), San Martino Valle Caudina (2), Taurano (2), Teora (2), Vallata (2), Altavilla (1), Ariano Irpino (1), Capriglia Irpina (1), Chianche (1), Flumeri (1), Grottaminarda (1), Lacedonia (1), Manocalzati (1), Montefredane (1), Montemiletto (1), Pietradefusi (1) e Santo Stefano del Sole (1). Per la maggior parte si tratta di soggetti asintomatici: sono, infatti, soltanto 8 quelli ricoverati nel reparto di Malattie infettive dell'Azienda ospedaliera Moscati. Ieri, è stato dimesso un ragazzo ivoriano di 30 anni (che da Pozzuoli era stato trasferito ad Avellino), negativo a due tamponi in 24 ore e quindi guarito dal nuovo Coronavirus.

Ultimo aggiornamento: 18 Settembre, 13:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA