Maltempo ad Avellino: crollano alberi,
tragedia sfiorata nel rione Valle

Sabato 26 Settembre 2020 di Katiuscia Guarino

Il maltempo sferza l'Alta Irpinia, ma problemi si sono avuti un po' dappertutto. Anche in città, dove è stata sfiorata la tragedia. Un albero è piombato su due auto in sosta a rione Valle, nei pressi del plesso scolastico. I due conducenti erano appena scesi dai veicoli, intorno alle 13.30, perché i rispettivi figlioletti erano in procinto di uscire dalle classi per la fine delle lezioni. Le vetture sono state danneggiate. Sono intervenuti gli agenti della Sezione Volanti della Questura e i vigili del fuoco. Lo stesso in via Roma. Un altro albero è caduto proprio davanti all'ingresso della scuola elementare di via Roma, pochi minuti prima del suono della campanella per l'uscita.

Una frana nella mattinata di ieri ha poi invaso la strada provinciale 143 che collega Bagnoli Irpino con il comune di Acerno, in provincia di Salerno. La circolazione sul tratto è rimasta bloccata. La Sp è off limits. È stato necessario l'intervento dell'amministrazione provinciale, per liberare l'arteria da pietre, fango e detriti. Lavori che sono proseguiti per l'intera giornata, andranno avanti anche oggi. Immediato l'arrivo sul posto dei carabinieri della Compagnia di Montella. I militari hanno provveduto a deviare il traffico e a verificare che non ci fossero feriti. Nessuno si è trovato a passare quando sono venuti giù i quintali di materiale dal costone della montagna.

Danni importanti si sono registrati sull'Altopiano del Laceno.

LEGGI ANCHE Covid, mascherine e smart working: tutte le misure fino a gennaio

Critica la situazione, con una serie di slavine e piccole frane che hanno interessato alcuni alberghi e abitazioni del posto. Nei pressi dell'ex stazione sciistica, del parcheggio di fronte all'hotel Grisone e di fronte a un parco divertimenti l'acqua ha portato giù fango e pietre. Disagi, inoltre, intorno all'anello che circonda il lago. In tanti tratti dell'Altopiano l'asfalto è saltato e si sono create grosse buche. In zona sono intervenute le squadre dei vigili del fuoco dei distaccamenti di Lioni e Montella. Per i caschi rossi del comando provinciale è stata una giornata di superlavoro. Decine le telefonate ai centralini della sede di via Zigarelli. Le richieste di intervento hanno riguardato soprattutto la caduta di alberi, rami e pali della pubblica illuminazione. Numerosi anche gli allagamenti di garage e cantine. Oltre all'azione dei vigili del fuoco, sono stati all'opera i dipendenti di alcuni Comuni e i volontari della Protezione Civile.
 

Video

A Volturara Irpina, l'amministrazione è stata impegnata sin dalla mattinata per rimuovere alcuni rami spezzati e alberi finiti sulla carreggiata di strade comunali. Grazie a pala meccanica e bobcat, sono state liberate le briglie in via Candragone.

Problemi, inoltre, nell'hinterland. Grossi rami spezzati finiti nel parco pubblico di Cesinali, dove è stato piegato anche un lampione della pubblica illuminazione.

Complessivamente ieri sera risultavano oltre sessanta gli interventi effettuati dai vigili del fuoco, di cui 20 nel solo capoluogo. Da segnalare anche i danni alle vetrate del palazzetto dello sport di Montoro, al momento dichiarato inagibile in attesa del ripristino. Rami e piante sono caduti anche nei territori di Paternopoli, Manocalzati, Fontanatosa, Mercogliano, Torella dei Lombardi, Solofra (pezzi di plexiglass volati via da Palazzo Sant'Agostino), Monteforte, Serino, Nusco, Atripalda e Lioni. L'allerta resta massima.

Ultimo aggiornamento: 19:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA