Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Movida ad Ariano, ordinanza bis:
eventi non oltre le 3 e vigili in notturna

Venerdì 5 Agosto 2022 di Vincenzo Grasso
Movida ad Ariano, ordinanza bis: eventi non oltre le 3 e vigili in notturna

Nuova ordinanza del sindaco Enrico Franza che disciplina per il periodo che va fino al 18 settembre gli orari per la diffusione musicale nei luoghi pubblici chiusi, aperti o comunque esposti al pubblico. Dopo le interpretazioni diverse e contrastanti rispetto ad un'ordinanza precedente sulla stessa materia, si fa chiarezza soprattutto rispetto al limite della fruizione musicale: non si può andare oltre le 3 del mattino ed in ogni caso la durata massima di qualsiasi evento non può superare le sei ore. Ovviamente, scattano controlli (vigili urbani in centro anche oltre l'orario normale di servizio) e sanzioni (inibitorie fino a 30 giorni) in caso di inottemperanza del provvedimento emesso. 

Questa ordinanza vale, ovviamente, soprattutto per le manifestazioni dell'Estate Arianese che non mancano di richiamare un vasto pubblico proveniente da comuni campani e pugliesi. In pratica le manifestazioni e gli eventi ricompresi nel programma che beneficeranno del regime della deroga acustica automatica dovranno svolgersi secondo alcune prescrizioni: la durata massima dell'evento è di sei ore; ci sono poi limiti per l'emissione nel rispetto delle distanze dagli gli edifici circostanti; la chiusura dell'evento entro le ore 3 del mattino successivo, con riduzione progressiva dell'immissione sonora già dalle ore 2. Dopo tali orari ogni attività di diffusione sonora dovrà essere contenuta entro i limiti riportati nel vigente Piano di zonizzazione acustica comunale. Ma non solo: dovranno essere minimizzate per quanto più possibile le immissione sonore ed il disturbo alla popolazione, evitando qualsiasi rumore non necessario.

Dovranno, inoltre, essere adottati tutti gli accorgimenti tecnico-organizzativi per l'ulteriore limitazione del disturbi. Le manifestazioni ricomprese nella programmazione dell'Estate Arianese sono autorizzate ad eseguire le attività di soundcheck da svolgersi prima dei concerti, dei discorsi o delle esibizioni pubbliche e che prevedano il controllo delle impostazioni audio da parte dei tecnici del suono, al fine di equilibrare e bilanciare bene i volumi frequenze e suoni, calcolare bene le distanze, permettere di avere un buon ascolto individuale e un buon ascolto complessivo. I beneficiari della deroga automatica in materia di acustica dovranno assumere specifici impegni: adottare ogni utile accorgimento al fine di contenere, in particolare nelle ore serali o notturne negli spazi o luoghi interni ed esterni ai locali nonché nelle immediate adiacenze degli ingressi, ogni comportamento che generi disturbo alla quiete pubblica ad esempio mediante l'utilizzo di proprio personale, steward urbani o addetti all'assistenza alla clientela. 

Video

Insomma, «la tutela dell'ambiente esterno ed abitativo dall'inquinamento acustico - per il sindaco Franza - rappresenta un bene di interesse primario, meritevole quindi di specifica salvaguardia con regolamentazione di settore». Ultima novità riguarda il parcheggio del silos Calvario: fino al 10 settembre sarà gratuito.

Ultimo aggiornamento: 14:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA