Auto «segnalata» nei video,
due arrestati: uno era latitante

di Enrico Marra

Un latitante è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile e della Squadra Volanti nei pressi della galleria Avellola. Deve scontare una condanna per omicidio a sedici anni di reclusione, ma nell’aprile dello scorso anno era evaso dal carcere di Foggia, non rientrando da un permesso che lo autorizzava al lavoro esterno. Si tratta di Luigi Libutti, 33 anni, di Rionero in Vulture. In un’altra auto, che procedeva a poca distanza da quella del 33enne, è stato sorpreso Antonio Pegna, 55 anni, pugliese, anch’egli arrestato e finito ai domiciliari perché non aveva ottemperato a un obbligo di dimora. Il duplice arresto è avvenuto dopo che l’auto dell’omicida, una Golf, è stata notata viaggiare appaiata a un Suv Nissan, sul quale pendeva una richiesta di rintraccio per appropriazione indebita. La sala operativa della questura aveva notato entrambi i veicoli, provenienti dalla zona del foggiano, e ha ipotizzato che potessero viaggiare insieme. Agenti della Mobile e della Squadra Volanti così hanno fermato le due auto lungo la tangenziale di Benevento. Alla guida della Golf è stato trovato in effetti il pregiudicato evaso, trovato in possesso di una patente di guida falsificata. Il conducente della Nissan, invece, ha consegnato come documento una tessera sanitaria. Gli agenti insospettiti da come erano compilati i documenti hanno condotto entrambi i conducenti negli uffici della Questura. Così si è appurato che patente e tessera sanitaria erano falsificate.
Lunedì 4 Febbraio 2019, 23:50 - Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio, 06:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP