Pozzi contaminati a Benevento:
trovate altre sostanze cancerogene

«Il prefetto di Benevento ha convocato oggi il comune di Benevento, la Provincia, la Gesesa, l'Arpac, l'Asl e i servizi Ecologia e Acquedotti della Regione Campania per decidere cosa fare dopo la relazione della società Artea che ha accertato, a fine giugno, la presenza di tetracloroetilene fino a 5,00 microgrammi/litro (soglia di contaminazione 1,1 microgr/litro) nei pozzi scavati al rione Ferrovia».

Lo scrive il presidente di Altrabenevento, Gabriele Corona, che annuncia: «Intanto l'Arpac ha trovato nell'acqua profonda utilizzata per alimentare gli abitanti dei rioni Ferrovia, Libertà e Centro storico anche il bromodiclorometano, un altro composto potenzialmente cancerogeno, con concentrazioni doppie rispetto alla soglia di contaminazione».
 
Giovedì 25 Luglio 2019, 17:31 - Ultimo aggiornamento: 25-07-2019 17:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP