Caserta, giù dal balcone mentre
stende il bucato: muore anziano

Mercoledì 29 Settembre 2021 di Gabriella Cuoco
Caserta, giù dal balcone mentre stende il bucato: muore anziano

Una tragedia si è consumata davanti agli occhi di alcuni passanti e vicini di casa. Vittorio Vinciguerra, ex usciere dell'ufficio del Giudice di Pace di Arienzo, è morto sul colpo dopo un volo di diversi metri. Ieri mattina, è precipitato dal balcone del suo appartamento situato al terzo piano del Parco dei Pini lungo la Nazionale Appia.
L'82enne, che viveva con la moglie allettata da anni, è stato visto qualche minuto prima che stendeva i panni. Sul posto sono giunti alcuni vicini di casa per soccorrerlo, ma non c'è stato nulla da fare: è morto subito. Poco dopo sono stati allertati i carabinieri della stazione locale, che arrivati sul posto, hanno eseguito tutte le indagini per capire la dinamica e la causa.

In un primo momento, l'ipotesi più plausibile sembrava essere quella del gesto estremo, poi col passare delle ore qualche testimone ha dichiarato ai militari dell'Arma che l'uomo stava chiacchierando con una persona al balcone affianco al suo quando è caduto nel vuoto. Vinciguerra, lo scorso 16 settembre, scomparse dalla sua abitazione e fu ritrovato nei pressi di piazza Aragona dai carabinieri della locale stazione. Aveva fatto disperdere le sue tracce, forse a causa di un vuoto di memoria. Sulla vicenda non poche furono le preoccupazioni anche dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Pirozzi, che aveva lanciato l'allarme e chiesto l'interessamento del gruppo comunale di Protezione civile per effettuare le ricerche. I funerali dell'ottantaduenne si terranno nella giornata di oggi; il corpo è stato già consegnato alla famiglia. Intanto, a continuano alcuni episodi di violenza nella Valle di Suessola.


A San Felice a Cancello, un 23enne nella serata di domenica nella zona del Botteghino è stato picchiato da altri ragazzi. Il tutto, è scoppiato intorno alle 22, quando tre giovani hanno cominciato ad offendersi e poi sono arrivati alle mani. Si sono serviti persino di alcuni sassi di grossa dimensione ed hanno cominciato a lanciarli verso la vittima che, per difendersi, è scappato a gambe levate. Poco distante, è stato raggiunto da altri ragazzi, che lo hanno malmenato e strappato anche i vestiti. Alcuni automobilisti di passaggio e i residenti sono dovuti intervenire in quanto il 23enne aveva il volto completamente insanguinato. È stato trasportato il ragazzo allo Psaut dell'ospedale «Ave Gratia Plena», la prognosi è di venti giorni.
 

Ultimo aggiornamento: 09:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA