Revenge porn, foto intime della ex inviate ai colleghi: arrestato nel Casertano

Venerdì 18 Ottobre 2019
Ha inviato ad un collega immagini che ritraevano l'ex compagna in atteggiamenti intimi per vendicarsi del rifiuto della donna di riprendere la relazione sentimentale. Un «tipico» caso di «revenge porn» scoperto per la prima volta nel Casertano dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere e dai carabinieri e che ha portato agli arresti domiciliari un 48enne di Macerata Campania. All'uomo sono stati contestati i reati di stalking e diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite, quest'ultima fattispecie nota come «revenge porn» e introdotta nell'ordinamento penale dalla recente legge contro la violenza sulle donne, il cosiddetto «codice rosso», che ha inasprito le pene.

 È stata veloce l'indagine che ha portato all'emissione della misura cautelare da parte del Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere; appena una settimana fa la vittima, una giovane 25enne, si è recata dai carabinieri per denunciare l'ex fidanzato, colpevole a suo dire di non accettare la fine della relazione. Per la Procura e i carabinieri di Macerata il 48enne dapprima aveva iniziato a tempestare l'ex di messaggi minatori e continue telefonate, quindi di fronte ai secchi rifiuti della ragazza di ricominciare il rapporto, ha inviato ad un collega una foto hot che lo ritraeva con la ex in atteggiamenti intimi. L'uomo - è emerso - ha anche avviato una vera e propria campagna diffamatoria sui social contro l'ex compagna, minacciando di pubblicare altro foto, fino a quando la donna, angosciata, è corsa dai carabinieri per sporgere querela. © RIPRODUZIONE RISERVATA