Covid in convento, il vescovo Cirulli
in ospedale e suore contagiate

Venerdì 20 Novembre 2020 di Antonio Borrelli
Covid in convento, il vescovo
in ospedale e suore contagiate

I sospetti e i timori di alcune ore fa ora si sono trasformati in drammatica certezza. Alcune suore del monastero di clausura di Santa Croce a Pignataro sono state contagiate dal covid.


Ad annunciarlo sono state le stesse suore, con un avviso diffuso tramite i social: «Le sorelle clarisse del monastero Santa Croce di Pignataro Maggiore informano che tra i tamponi effettuati ci sono state alcune positività. Le sorelle stanno bene, rispettano le norme del caso e vivono questo momento dii prova con spirito di fede in unione al loro pastore e a quanti sono colpiti dal virus e dai disagi di questo tempo difficile». Come previsto dal protocollo, il convento in località San Pasquale è ora in isolamento.

 

LEGGI ANCHE Covid a Caserta, focolaio nelle 4 carceri: positivi 10 detenuti e 50 agenti


Ma già da alcuni giorni - quando il vescovo Giacomo Cirulli è stato scoperto positivo - le clarisse si erano messe in isolamento. E il veicolo del contagio alle religiose sembra essere stato proprio il vescovo della Diocesi di Teano-Calvi. Cirulli - che è ricoverato in ospedale - frequentava il convento pignatarese e proprio pochi giorni dopo aver contratto il virus avrebbe avuto contatti in occasione di una cerimonia religiosa al convento di Tora e Piccilli.

 

Ultimo aggiornamento: 14:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA