Il Ferragosto rovente della Lega sul litorale casertano

Lunedì 12 Agosto 2019 di Lia Peluso
Il coordinamento provinciale della Lega è alle prese con gli ultimi dettagli per l'arrivo di Matteo Salvini il giorno di Ferragosto. Il «beach tour» del ministro dell'Interno in provincia di Caserta ha previsto come prima sosta Castel Volturno, dove prenderà parte, alle ore 11, alla riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza. Subito dopo ci sarà la conferenza stampa. Con la conferenza stampa si concluderà la prima fase istituzionale e subito dopo ci sarà quella politica, infatti Salvini, alle 12 e 30, saluterà amministratori, militanti e simpatizzanti sul lungomare di Castel Volturno al lido «Fontana Blu».

LA SERATA
Subito dopo il vice premier si sposterà a Baia Domizia, presso il Cumeja beach club, qui dovrebbe sostare fino alle 20 e 30 per spostarsi nell'area parcheggio, in via Fontanavecchia, sempre a Baia Domizia, si tratta di un'area ricadente nel territorio del comune di Cellole. Nel pomeriggio il ministro dell'Interno sarà occupato in alcuni incontri riservati, quindi a «porte chiuse». Tra questi dovrebbero figurarne alcuni di approfondimento di alcune tematiche, quali le istanze degli allevatori bufalini e poi dovrebbe esserci un incontro anche con alcuni rappresentanti della cosiddetta «Terra dei fuochi».

 

I COORDINATORI
Il leader nazionale della Lega sarà accompagnato dal coordinatore regionale campano, Raffaele Volpi; dal presidente regionale del partito in Campania, Gianluca Cantalamessa; dal coordinatore provinciale Salvatore Mastroianni; dai parlamentari europei Lucia Vuolo e il casertano Valentino Grant, nonché dal sottosegretario alla presidenza del consiglio dei Ministri, Pina Castiello. «La venuta di Matteo Salvini - ha affermato Mastroianni - in provincia di Caserta prevista nel giorno di Ferragosto assume un valore importantissimo. Non è dato infatti di conoscere precedenti che abbiano fatto registrare la presenza del ministro dell'Interno nella nostra provincia, nel cuore del bollente litorale domizio, in un una data in cui solitamente si pensa a tutt'altro». La tappa di Salvini sul litorale è stata l'occasione per gli alleati del centrodestra per fare alcune precisazioni ma anche per ricordare al vice premier gli impegni assunti in provincia di Caserta. «Da quando abbiamo avuto notizia - ha affermato il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, Gimmi Cangiano - dell'arrivo a Castel Volturno di Salvini per presiedere il Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico abbiamo subito detto che questa notizia ci riempie di soddisfazione. Non è un mistero, infatti, che giochiamo su Castel Volturno una sfida importante per riportare uno stato di legalità e vivibilità in una delle località balneari più belle e con più potenziale dell'intera regione Campania. Ne è dimostrazione l'attenzione che Giorgia Meloni ha sempre riservato a questa città, un'attenzione che è stata riconosciuta e premiata dai castellani lo scorso 9 giugno, con la proclamazione di un sindaco di Fdi e di una maggioranza consiliare in cui compare anche la Lega. Siamo fiduciosi che la presenza del ministro Salvini possa essere una chiara presa di posizione rispetto a quanto Giorgia Meloni chiede ormai da mesi. Avere qui il ministro degli Interni- ha aggiunto Cangiano - e non semplicemente il leader della Lega sarà per Castel Volturno l'occasione di chiedere che il Governo, già a settembre, metta in atto le procedure per inviare l'esercito. Come già approvato dal Parlamento su richiesta di Fratelli d'Italia. E chiediamo un segnale forte contro la mafia nigeriana e la criminalità. Ci auguriamo - ha concluso Cangiano - che il ministro Salvini possa far precedere il suo arrivo da un'azione concreta». Infine, il commissario provinciale di Forza Italia, Giorgio Magliocca, dice: «Al Salvini politico consiglierei di non far perdere al centrodestra il valore dell'unità». © RIPRODUZIONE RISERVATA