Pescara, fiori e omaggio dell'amministrazione comunale a Ennio Flaiano a 50 anni dalla sua scomparsa

Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, con il presidente del consiglio comunale Marcello Antonelli, l'assessore alla cultura Maria Rita Carota e Carla Tiboni, presidente dei Premi Flaiano davanbti alla casa di Ennio Flaiano a Pescara in corso Manthonè
Il sindaco di Pescara, Carlo Masci, con il presidente del consiglio comunale Marcello Antonelli, l'assessore alla cultura Maria Rita Carota e Carla Tiboni, presidente dei Premi Flaiano davanbti alla casa di Ennio Flaiano a Pescara in corso Manthonè
Domenica 20 Novembre 2022, 12:47 - Ultimo agg. 16:08
2 Minuti di Lettura

Un mazzo di fiori deposto in piazza Unione ai piedi del busto realizzato dal Lions Club che raffigura Ennio Flaiano e un "pellegrinaggio" di pochi passi per arrivare alla casa pescarese del celebre scrittore e sceneggiatore, in corso Manthonè. Così l'amministrazione comunale di Pescara ha reso omaggio al suo illustre concittadino a 50 anni esatti dalla sua scomparsa. Sul posto, questa mattina, il sindaco Carlo Masci, il presidente del consiglio comunale Marcello Antonelli, l'assessora alla cultura Maria Rita Carota e la presidente dei Premi Flaiano, Carla Tiboni. Ennio Flaiano riposa nel cimitero di Maccarese, vicino Roma. Sempre oggi, sulla sua tomba è stato deposto un mazzo di fiori ad opera del Comune di Fiumicino, rappresentato dal vice sindaco Ezio Di Genesio Pagliuca. Presenti, tra gli altri, il consigliere comunale Fabio Zorzi e Mariano Micco, uno degli «storici» pescatori di telline del Villaggio dei Pescatori di Fregene, premiato dalla città di Pescara, città natale di Ennio Flaiano, per la sua dedizione, da tanto tempo, nel prendersi cura della tomba dello sceneggiatore, oltre che di Largo Flaiano, sempre a Fregene. Lo scrittore pescarese, come Federico Fellini, aveva scelto infatti Fregene come luogo di vita e di lavoro, dove tra l'altro scrisse le sceneggiature di film come La Strada, La dolce vita, I Vitelloni, Giulietta degli Spiriti, 8 e mezzo. Nella località laziale maturò sempre più il loro storico sodalizio professionale ed umano. Con Flaiano, nel cimitero di Maccarese, riposano anche la moglie Rosa e la figlia Luisa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA