Gennarino e il racconto magico
tra i luoghi segreti di Napoli

Giovedì 23 Dicembre 2021
Gennarino e il racconto magico tra i luoghi segreti di Napoli

Un romanzo che odora di vita, un viaggio tra le paure e gli ostacoli quotidiani, un fantasy al sapore acre di libertà, un giallo a caccia di verità e giustizia: è un incastro di piani, un labirinto di storie una dentro l’altra come una vecchia matrioska russa, questo “Gennarino Di Gennaro e la scoperta delle trame tenebrose”, la nuova avventura dell’Harry Potter napoletano che in questo secondo volume usa i suoi poteri speciali per combattere i bulli prima e la malavita organizzata poi.

Ed anche stavolta insieme a lui si diventa tutt’uno con le antiche strade di Napoli, con le secolari pietre cittadine, con il serpente di vicoli che da sempre ne anima il centro antico: è seguendo e inseguendo il ragazzino magro come un chiodo che rimescoliamo tempo e spazio, è accompagnando il giovanottino scuro di pelle e con un cespuglio di capelli nel viaggio da eroe inconsapevole, che in fondo scendiamo nelle profondità del suo e del nostro inconscio sulle tracce di qualcosa che non sa lui e non sappiamo noi, né saprà o sapremo mai bene cos’è e che pure cerchiamo con ostinata insistenza.
Muove oggetti a distanza, vede e interagisce con i defunti, percepisce oggetti oltre gli ostacoli, è in grado di separare la parte materiale da quella spirituale del proprio corpo: questa è la miscela di poteri speciali, di doni extrasensoriali che costituiscono il bagaglio di Gennarino, anche stavolta aiutato da Donna Drusiana che gli insegna ad abituarsi a quelle capacità straordinarie e a controllarle senza mai dimenticare di ricordargli che la più grande maestra resta però sempre la vita. Un bagaglio non facile da gestire, un tesoro che di sicuro lo aiuta ma che al tempo stesso deve essere controllato, gestito, incanalato, come del resto accade a ciascuno di noi da quest’altro lato della storia: in tutti noi scorre infatti un fiume carsico di talenti e capacità di cui i poteri di Gennarino sono potente metafora: un fiume che non chiede altro che venire allo scoperto, scorrere finalmente alla luce del sole, sinuosa e solida colonna vertebrale delle nostre sempre più spesso tormentate esistenze quotidiane, un ideale corso d’acqua che ci caratterizza e ci sospinge verso l’unica grande meta alla quale vale la pena puntare: migliorare se stessi e soprattutto gli altri. Come? Facile: imparando ad amare il prossimo e coltivando senza mai stancarsi la voglia di salvare anche chi fa del male. Nella Napoli sotterranea, che entra tra i protagonisti della saga, Gennarino “avverte” un omicidio e da quel momento, spinto dalla incrollabile voglia di giustizia che gli cresce dentro e sentendosi sempre più forte, cercherà i colpevoli e intanto difenderà i più deboli, si scontrerà senza più paura con i bulletti locali fino a combattere la prepotenza della criminalità organizzata e dei loro complici al potere. Non lo fa da solo, no, ma in compagnia di un gruppo di ragazzi della sua età con i quali vive le fasi dell’adolescenza e stringe un legame di amicizia che sarà determinante soprattutto nelle battaglie della vita quotidiana. È questo in fondo il messaggio, questa la morale in fondo alla matrioska: scoprire di possedere tutti l’audacia di combattere contro le ingiustizie per creare un mondo migliore.


“Gennarino Di Gennaro e la scoperta delle trame tenebrose” è il nuovo viaggio che ci propone Gianni Fusco, anche lui una sorta di matrioska napoletana: scrittore di teatro e cinema, regista, attore, insegnante di scienze religiose, volontario accanto alle persone diversamente abili con le quali e per le quali mise in piedi una compagnia teatrale, appassionato di informatica e di videogame, cultore e appassionato di cinematografia soprattutto di animazione: cento doti e mille interessi uno dentro l’altro e così via. In lui l’editore, Mauro Garbuglia, presidente degli editori marchigiani e a sua volta scrittore di saggi e romanzi, ha trovato la voglia di libertà e il coraggio di combattere le ingiustizie, inserendo il secondo volume della saga dell’Harry Potter napoletano nella meritoria collana “libera-mente”.
Non perdete altro tempo, non indugiate eccessivamente, chiudete un leggero bagaglio a mano e andate: Gennarino Di Gennaro è all’angolo del vicolo che vi attende

Giovanni Fusco
“Gennarino Di Gennaro e la scoperta delle trame tenebrose”
Edizioni Nisroch
Pagg. 416 -19,90 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA