L'Apocalisse raccontata per immagini nei disegni di Francesco Lucrezi

Sabato 7 Maggio 2016 di Giuseppe Crimaldi
L'Apocalisse raccontata per immagini.  Venti tavole per altrettanti quadri narrativi densi di simbolismi mistici, richiami profetici racchiusi nella "Rivelazione". A comporli, con un disegno originalissimo dal tratto misterioso e un po' fantastico, è Francesco Lucrezi, napoletano, esperto di diritto romano con una lunga carriera accademica e oggi docente di Storia dell'Oriente Mediterraneo presso la facoltà di Scienze Politiche a Salerno.
E "Apocalisse" è il titolo scelto per il suo ultimo libro edito da Verbum Ferens, che si arricchisce del contributo di ricercatori e professori universitari (Camilla Balbi, Gaetano Di Palma, Pasquale Giustiniani, Antonio Landi, Carmine Matarazzo, Riccardo Notte, Chiara Sanmorì­), in modo che ad ogni quadro corrisponda un testo narrativo e l'analisi dedicata alla scena rappresentata. I venti disegni, presentati a Napoli, sono stati donati dall'autore alla Sezione San Tommaso d'Aquino della Pontificia Facoltà teologica dell'Italia Meridionale.

In questo che è il quinto volume della serie "Immagini di Scritture" Lucrezi riafferma una personalità eclettica e il tratto di raffinato artista capace di reinterpretare graficamente i testi biblici: gli animali nella simbologia apocalittica, Daniele nella fossa dei leoni, la ricomposizione dell’umano nel Giudizio finale e l’annientamento del male. Temi quanto mai attuali. "Nella vita religiosa dell’umanità - scrive Riccardo Notte, docente di Antropologia culturale all'Accademia di Belle Arti di Brera - il tema della fine del mondo appare come periodica palingenesi cosmica o come riscatto definitivo dei mali all’esistenza mondana. L'attuale congiuntura culturale dell'occidente conosce il tema della fine al di fuori di qualsiasi orizzonte religioso di salvezza, e cioè come disperata catastrofe del mondano, del domestico e dell’operabile: una catastrofe che narra il disfarsi del configurato, l’estraniarsi del domestico, lo spaesarsi dell’appaesato, il perder di senso del significante, l’impossibilità dell’operabile".
I disegni di Francesco Lucrezi gettano squarci di luce in mezzo alle ombre. Geometrie e forme zoologiche e antropiche balenano improvvisamente evocando il libro-ispiratore, e in particolare il nono capitolo dell’ultimo libro dell'Apocalisse. ​ © RIPRODUZIONE RISERVATA